Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Attenzione: Calcio Inside! Parte III

Collapse
X
 
  • Filter
  • Ora
  • Show
Clear All
new posts

    Originariamente Scritto da marco83 Visualizza Messaggio
    sta per arrivare un Ansa sul caso Juventus-Suarez. Reggetevi forte.
    Originariamente Scritto da Virulogo.88 Visualizza Messaggio
    Serie b?

    Inviato dal mio SM-G970F utilizzando Tapatalk
    Originariamente Scritto da sebix Visualizza Messaggio
    Il calcio ai tempi del Covid mi interessa poco (non guardo una partita da maggio tipo, tranne la finale di el)

    Le dis(avventure) della banda bassotti invece le trovo sempre molto interessanti

    Ci rivediamo alla prossima puntata
    Originariamente Scritto da ANOLESO Visualizza Messaggio
    hahahahahahahahahahahahahahahaha

    paratici maiale mafioso indagato seeeeeeeeeeeeeeeee

    se lo difende Grassani si prende 20 anni
    .

    Inviato dal mio ANE-LX1 utilizzando Tapatalk

    Commenta


      Originariamente Scritto da CRI PV Visualizza Messaggio
      Grassani ci fa retrocedere un paio di volte l anno

      Inviato dal mio ANE-LX1 utilizzando Tapatalk
      Originariamente Scritto da Sean Visualizza Messaggio
      Grassani è l'avvocato del Napoli.

      Ripete sempre le stesse pappardelle:

      Dirigenti della Juventus indagati per il caso relativo all'esame farsa per l'ottenimento della cittadinanza italiana da parte di Luis Suarez. Da Il noto legale ha chiarito cosa rischierebbero i bianconeri per il caso legato all'attaccante uruguaiano




      qualche esperto indipendente ne abbiamo?

      non ha mai vinto una causa in vita sua peraltro
      Originariamente Scritto da SPANATEMELA
      parliamo della mezzasega pipita e del suo golllaaaaaaaaaaaaazzzoooooooooooooooooo contro la rubentus
      Originariamente Scritto da GoodBoy!
      ma non si era detto che espressioni tipo rube lanzie riommers dovevano essere sanzionate col rosso?


      grazie.




      PROFEZZOREZZAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

      Commenta


        Originariamente Scritto da ANOLESO Visualizza Messaggio
        non ha mai vinto una causa in vita sua peraltro
        Mi pare abbia vinto quella di De coronaviriis

        Inviato dal mio ANE-LX1 utilizzando Tapatalk

        Commenta


          I tempi della giustizia penale saranno biblici. Quella sportiva agirà con più celerità. Aspettiamo di capirci qualcosa passo passo secondo le procedure solite, la prima delle quali sarà una richiesta di deferimento da parte della procura sportiva, dove nella richiesta si formuleranno delle accuse. Ecco, già leggere di cosa si sarà accusati potrà essere un elemento di chiarezza.

          Noi adesso abbiamo una marea di intercettazioni, alcune senza nemmeno rilievo penale, che vengono distillate a puntate dai giornali. Spero quindi che la giustizia sportiva si dia una mossa e faccia quel che deve fare, così almeno si andrà a vedere e discutere su qualche carta, su di un dibattimento, su qualcosa attorno al quale qualcuno dovrà formare un giudizio.
          ...ma di noi
          sopra una sola teca di cristallo
          popoli studiosi scriveranno
          forse, tra mille inverni
          «nessun vincolo univa questi morti
          nella necropoli deserta»

          C. Campo - Moriremo Lontani


          Commenta


            Originariamente Scritto da CRI PV Visualizza Messaggio
            Mi pare abbia vinto quella di De coronaviriis

            Inviato dal mio ANE-LX1 utilizzando Tapatalk


            hahahah
            Originariamente Scritto da SPANATEMELA
            parliamo della mezzasega pipita e del suo golllaaaaaaaaaaaaazzzoooooooooooooooooo contro la rubentus
            Originariamente Scritto da GoodBoy!
            ma non si era detto che espressioni tipo rube lanzie riommers dovevano essere sanzionate col rosso?


            grazie.




            PROFEZZOREZZAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

            Commenta


              Questa è la sentenza per il Chievo (ed il Cesena) accusato di aver alterato i bilanci per ottenere i requisiti per iscriversi al campionato:

              _________

              Le due società erano state deferite per aver sottoscritto le variazioni di tesseramento di alcuni calciatori indicando un corrispettivo superiore al reale e per aver contabilizzato nei bilanci plusvalenze fittizie e immobilizzazioni immateriali di valore superiore al massimo dalle norme che regolano i bilanci delle società di capitali, condotte finalizzate a far apparire un patrimonio netto superiore a quello esistente alla fine di ciascun esercizio e ciascun semestre così da ottenere la Licenza Nazionale e l’iscrizione al campionato delle stagioni 2015/2016, 2016/2017, 2017/2018 in assenza dei requisiti previsti dalla normativa federale.

              Tre punti di penalizzazione al Chievo Verona, tre mesi di inibizione a Luca Campedelli. Il Tribunale federale nazionale – Sezione Disciplinare – presieduto da Cesare Mastrocola ha accolto il deferimento del Procuratore federale, sanzionando il Chievo Verona con 3 punti di penalizzazione in classifica da scontare nella stagione sportiva in corso e un’ammenda di 200mila euro. Il TFN ha inoltre sanzionato con 3 mesi di inibizione il presidente del Consiglio di Amministrazione della società Luca Campedelli e con 1 mese e 15 giorni di inibizione i consigliere della società Piero Campedelli, Giuseppe Campedelli, Michele Cordioli e Antonio Cordioli.

              Il Tribunale ha dichiarato di non doversi procedere nei confronti del Cesena per intervenuta revoca dell’affiliazione, sanzionando con 1 mese e 15 giorni di inibizione i consiglieri della società Guido Aldini e Samuele Mariotti.

              Leggi su Sky Sport l'articolo Plusvalenze Chievo, 3 punti di penalizzazione. La sentenza del Tribunale Figc: 'Anche 3 mesi di stop a Campedelli'


              Società poi fallite. 3 punti di penalizzazione, multa, inibizione (max 3 mesi) per alcuni dirigenti. Questo è un precedente, attenzione, su di una accusa la più grave del mazzo: alterare il bilancio per iscriversi al campionato, dove altrimenti non avresti avuto diritto perchè i tuoi parametri non te lo consentivano.

              Posto che non sappiamo nemmeno quale accusa verrà formulata verso la Juve, a me non pare che la società sia in corso di fallimento. Lo stesso GIP ha scritto di "solidità societaria provata dai recenti e corposi aumenti di capitale"...adesso con 700 milioni in cassa in 3 anni non avevi i requisiti per iscriverti al campionato? Però vedremo le eventuali accuse.
              ...ma di noi
              sopra una sola teca di cristallo
              popoli studiosi scriveranno
              forse, tra mille inverni
              «nessun vincolo univa questi morti
              nella necropoli deserta»

              C. Campo - Moriremo Lontani


              Commenta


                .

                Inviato dal mio SM-G998B utilizzando Tapatalk
                Originariamente Scritto da Sean
                Tu non capisci niente, Lukino, proietti le tue fissi su altri. Sei di una ignoranza abissale. Prima te la devi scrostare di dosso, poi potremmo forse avere un dialogo civile.

                Commenta


                  SERIE A - GRASSANI: "LA JUVE RISCHIA LA RETROCESSIONE E NON SOLO, È PIÙ GRAVE DI CALCIOPOLI"

                  SERIE A - La Juventus nel caos, anche se la verità è ancora da scoprire. Il club bianconero è in attesa di conoscere il suo futuro e quello dei dirigenti che si sono dimessi. L'inchiesta Prisma, intanto, continua a raccogliere intercettazioni ed altri elementi utili per le valutazioni. Sul caso si è espresso l'avvocato Mattia Grassani, esperto di diritto sportivo.





                  Inviato dal mio SM-G998B utilizzando Tapatalk
                  Originariamente Scritto da Sean
                  Tu non capisci niente, Lukino, proietti le tue fissi su altri. Sei di una ignoranza abissale. Prima te la devi scrostare di dosso, poi potremmo forse avere un dialogo civile.

                  Commenta


                    Aspetta che do pure io un colpo di telefono a grassani

                    Inviato dal mio ANE-LX1 utilizzando Tapatalk

                    Commenta


                      Cristiano Ronaldo, sì all’Al Nassr per 200 milioni l’anno

                      Secondo la stampa spagnola a Capodanno CR7 firmerà per 2,5 stagioni: in totale mezzo miliardo di euro


                      Il primo gennaio Cristiano Ronaldo firmerà un contratto da 200 milioni di euro netti l'anno con il club saudita dell'Al Nassr. Secondo il quotidiano spagnolo Marca la trattativa iniziata nelle scorse settimane si sarebbe quindi finalizzata.

                      L'attaccante portoghese, tuttora impegnato ai Mondiali di Qatar 2022 — il Portogallo è agli ottavi dove domani affronterà la Svizzera — lascerebbe quindi il calcio europeo per soldi. L'accordo sarebbe di due anni e mezzo per mezzo miliardo di euro complessivo.

                      Ronaldo e il suo procuratore Jorge Mendes si sono guardati intorno dopo aver rescisso il contratto con il Manchester United, un atto seguito alla famosa intervista rilasciata al giornalista britannico Piers Morgan che tanto ha fatto discutere. E avranno constatato che, nonostante si tratti di un mostro sacro del pallone come Cristiano, la margherita da sfogliare per il portoghese fosse piuttosto spoglia. Cristiano Ronaldo, le aziende del campione: alberghi, ristoranti, aerei privati e trapianti di capelli

                      CorSera
                      ...ma di noi
                      sopra una sola teca di cristallo
                      popoli studiosi scriveranno
                      forse, tra mille inverni
                      «nessun vincolo univa questi morti
                      nella necropoli deserta»

                      C. Campo - Moriremo Lontani


                      Commenta


                        Ha praticamente finito la sua Carriera Agonistica...da un lato peccato, perché nel giusto team poteva ancora dire la sua.
                        Dall'altro, guadagnerà così tanti soldi che non oso neppure immaginare.

                        Inviato dal mio SM-G998B utilizzando Tapatalk
                        Originariamente Scritto da Sean
                        Tu non capisci niente, Lukino, proietti le tue fissi su altri. Sei di una ignoranza abissale. Prima te la devi scrostare di dosso, poi potremmo forse avere un dialogo civile.

                        Commenta


                          .

                          Inviato dal mio SM-G998B utilizzando Tapatalk
                          Originariamente Scritto da Sean
                          Tu non capisci niente, Lukino, proietti le tue fissi su altri. Sei di una ignoranza abissale. Prima te la devi scrostare di dosso, poi potremmo forse avere un dialogo civile.

                          Commenta


                            Un articolo di Cataldo Intrieri, che si definisce "penalista, opinionista, milanista. Non necessariamente in ordine di importanza": https://www.linkiesta.it/author/cataldo-intrieri/

                            Se ha titolo a parlare Grassani, ne ha in abbondanza anche lui...così magari tra tanti si impara qualcosa.

                            __________

                            Quelli che vomitano contro la Juventus, non sapendo di che cosa si parla, ma tacciono sui veri scandali

                            Il processo al cda bianconero deve ancora iniziare ma la gogna pubblica è inappellabile, malgrado si tratti di materia tecnica e di poco conto (e peraltro secondo la Cassazione non di competenza dei pm di Torino). È la memoria corta di un analfabetismo giudiziario che ha già dimenticato il simile caso Scaglia e che tace di fronte a Chiesa e magistratura

                            Un efficace termometro della condizione di un paese che si vorrebbe libero e democratico può essere anche l’analisi della sua stampa giudiziaria. In Italia la condizione è particolarmente miserevole e gli esempi si sprecano. Nell’ultima settimana ce ne sono stati due particolarmente significativi per la totale diversità di trattamento.

                            Sono due vicende giudiziarie che mischiano, come si suol dire, sacro e profano. La prima riguarda la più amata e odiata squadra di calcio italiano, la Juventus. La seconda un minuscolo ma grande Stato conficcato nel cuore d’Italia, il Vaticano.

                            La stampa italiana si è scaraventata in massa su una modesta storia di presunte irregolarità contabili la cui comprensione richiederebbe una robusta competenza legale e contabile, mentre ignora un inizialmente strombazzato scandalo finanziario (di maggiore entità economica) che dopo mesi di silenzio rischia di trasformarsi in un imbarazzante caso politico-giudiziario per il governo della più antica delle istituzioni, per la Chiesa romana.

                            I vertici societari della Juventus si sono dimessi in massa dopo un decennio di ininterrotti trionfi perché la procura di Torino ha loro contestato tre anni di asserite manipolazioni di bilanci che avrebbero fornito un’immagine finanziaria del club assai più florida di quella reale, con grave danno per gli investitori.

                            Il processo deve ancora iniziare, ma sulle prime pagine fioccano condanne inappellabili che le dimissioni degli amministratori (raro esempio di sensibilità) hanno alimentato.

                            Vano è far notare che a oggi nessun giudice (quel tizio, per intenderci, che deve essere terzo equidistante tra le ragioni dell’accusa e quelle della difesa) si sia ancora pronunciato e anzi, quando è stato chiamato in causa per emettere misure restrittive contro Andrea Agnelli e altri membri del Consiglio di amministrazione della Juventus, ha disatteso le istanze dei pubblici ministeri. Per liquidare ogni presunzione d’innocenza bastano, invece, gli estratti delle immancabili intercettazioni, qualche talk calcistico e un pugno di incomprensibili articoli del Codice penale.

                            Eppure si parla dell’ostica materia dei numeri e di bilanci complessi di società molto grandi, della valutazione di beni immateriali così fuggevoli come le prestazioni di calciatori per le quali, figurarsi, bisogna arrivare a un “fair value” che comporta la valutazione comparata di dati estremamente volatili.

                            Il quadro contabile e finanziario delle società quotate in Borsa come la Juventus deve essere redatto secondo i criteri dello IAS, un complesso di norme contabili adottate come standard internazionale e la cui applicazione concreta lascia ampio margine alle interpretazioni soggettive.

                            Eppure nel campo del diritto vigono due principi fondamentali: quello di legalità e di offensività, senza i quali non è possibile ipotizzare alcun reato.

                            Essi richiedono, per farla breve, intanto che ogni cittadino debba sapere prima di assumerle quali condotte siano illecite e, poi, che per essere punito debba aver arrecato, volontariamente o per colpa, un danno concreto agli altri.

                            In Italia esistono invece forme di reato – come appunto i delitti di manipolazione del mercato, falso in bilancio, e su un altro versante l’abuso di ufficio che flagella sindaci e pubblici amministratori – totalmente aleatori e vaghi nei termini per cui è pressoché impossibile trovare delle linee di condotta uniformi tra due procure.

                            Nel caso Juventus ancora non è dato capire, se non come ipotesi, l’entità della manipolazione e il danno arrecato agli azionisti.
                            Forse si potrebbe pensare a una alterazione delle regole di concorrenza sportiva se non fosse che l’inchiesta della procura calcistica c’è già stata e si è conclusa con un nulla di fatto (da qualche parte esiste una regola che vieta la possibilità di processare due volte lo stesso soggetto per la medesima infrazione, anche se diversamente qualificata e di diversa natura).

                            Senza contare che peraltro non si ha neanche la certezza che la procura di Torino abbia la legittimità a indagare visto che il più grave dei reati contestati (la manipolazione del mercato finanziario) si è consumato a Milano, sede della Borsa telematica. Non esattamente un particolare da poco.

                            Con decreto numero 532/18, la Procura generale della Cassazione testualmente sancisce che il «locus commissi delicti» (del reato di manipolazione informativa) deve «individuarsi a Milano, in quanto luogo dal quale la comunicazione diffusa al mercato divenendo accessibile ad una cerchia indeterminata di soggetti, …assume quella necessaria connotazione di concreto pericolo per gli investitori che il reato intende sanzionare».

                            Con ciò si sottolinea che il reato esiste solo se gli investitori sono stati realmente ingannati (e dei guai contabili bianconeri abbondantemente si sapeva anche senza origliare le chiacchiere dei cugini Agnelli).

                            Dunque come mai Torino ha ritenuto di distaccarsi da questo indirizzo e non ha invece attivato i colleghi di Milano?

                            Eppure dovrebbe essere ancora vivo il ricordo di quello che capitò a uno dei grandi pionieri delle moderne telecomunicazioni italiane, Silvio Scaglia, il fondatore di Fastweb, incriminato per reati fiscali e societari, arrestato e costretto a dimettersi dalle sue cariche (come il presidente della Juve) sotto la minaccia di misure cautelari, poi assolto da quello che il pm dell’epoca aveva definito «una colossale truffa allo Stato».

                            Memoria corta di un paese e del suo giornalismo che anticipa sentenze di condanna in automatico per mostri e potenti in disgrazia, ma per antico riflesso condizionato tace di fronte al potere della magistratura.

                            ...ma di noi
                            sopra una sola teca di cristallo
                            popoli studiosi scriveranno
                            forse, tra mille inverni
                            «nessun vincolo univa questi morti
                            nella necropoli deserta»

                            C. Campo - Moriremo Lontani


                            Commenta


                              La gente non sa nemmeno distinguere tra processo sportivo e penale. Non riesce a tenere insieme due mezze informazioni e pretende di capirci qualcosa di questa faccenda e anzi pende dalle labbra di giornalisti alla Sarzanini (quella del caso Suarez e delle intercettazioni taglia&cuci) e si sturba coi Grassani.

                              La procura sportiva non ha formulato ancora una mezza accusa, e il Chievo per aver alterato i bilanci per iscriversi al campionato ha avuto 3 punti di penalizzazione, lo ripeterò fino alla fine di questa avventura.

                              Il GIP (la gente sa chi è?) ha definito "dubbio" il dolo sulle plusvalenze e ha rammentato ai PM la "solidità della società". Sussiste invece tutta la questione degli stipendi forse occultati, ma tradotti nel processo sportivo che peso hanno (chiedo ignorandolo)?

                              A livello penale se la vedranno gli indagati...forse nemmeno a Torino, se, come dice Intrieri, il foro competente dovrebbe essere Milano visto che è quella la sede della Borsa...quindi campa cavallo.

                              Non è curioso che appena apra bocca uno che scende nel tecnico poi la "ggente", quella col forcone in una mano e la Gazzetta nell'altra, taccia?
                              Last edited by Sean; 05-12-2022, 19:43:16.
                              ...ma di noi
                              sopra una sola teca di cristallo
                              popoli studiosi scriveranno
                              forse, tra mille inverni
                              «nessun vincolo univa questi morti
                              nella necropoli deserta»

                              C. Campo - Moriremo Lontani


                              Commenta




                                Inviato dal mio SM-G998B utilizzando Tapatalk
                                Originariamente Scritto da Sean
                                Tu non capisci niente, Lukino, proietti le tue fissi su altri. Sei di una ignoranza abissale. Prima te la devi scrostare di dosso, poi potremmo forse avere un dialogo civile.

                                Commenta

                                Working...
                                X
                                😀
                                🥰
                                🤢
                                😎
                                😡
                                👍
                                👎