Banner grande 2
Risultati da 1 a 3 di 3

Discussione: Calcio

  1. #1
    Gentiluomo di Fortuna
    L'avatar di Drugo84
    Data Registrazione
    Jun 2003
    Località
    Zion
    Messaggi
    29,229
    Grazie
    0
    Ringraziato 0 volte in 0 post

    Post Calcio


    Contenuto primo messaggio - Trova offerte
    Calcio



    Il patrimonio organico di calcio è di circa 22g/kg di massa magra e la maggior parte di questo, un 99%, è depositato nelle ossa sotto forma di un complesso sale di idrossiapatite con formula Ca10(PO4)6(OH)2.



    Tessuto osseo

    %

    H2O

    25

    Pro

    20

    Fat

    5

    Sostanze inorganiche

    50



    L’1% del calcio (~10-12g) è situato nel sangue, nel liquido extracellulare e nei tessuti extraossei, in particolare nei muscoli dove è coinvolto nel meccanismo di accoppiamento eccitazione-contrazione. Nel plasma vi è una concentrazione variabile nei 2,25-2,75 mM/l pari a 10 mg/dl costante per omeostasi.

    Le forme in cui è presente nei fluidi corporei sono tre:


    • legato alle pro (46%):è un deposito viaggiante utilizzabile solo in forma ionizzata. La quantità di questo minerale legato all’albumina è costantemente equilibrata con quella in forma ionizzata, quando l’albumina sierica diminuisce (epatopatie, sindromi nefrosiche …) diminuisce anche il Ca2+ legato senza la comparsa di importanti disturbi metabolici. Se ince diminuisce quello ionizzato (rachitismo) tutte le funzioni gestite dal calcio risulteranno alterate.
    • diffusibile in complesso salino con citrato, solfato o fosfato (6,5%)
    • ionizzato (47,5%): è l’unica forma che svolge funzioni fisiologiche, presenta un intervallo molto ristretto di concentrazione plasmatici e un difetto di questa determina tetania muscolare mentre un eccesso insufficienza respiratoria.
    Sono ricchi di calcio latte e derivati e alcuni generi di legumi e frutta secca:



    alimento [mg/100g]

    Calcio

    Fosforo

    Pesce

    20

    200

    Manzo

    11

    155

    Uova

    67

    180

    Latte

    118

    93

    Formaggio

    900

    600

    Patate

    14

    58

    Spinaci

    67

    68

    Fagioli secchi

    160

    470

    Ceci

    149

    331

    Noccio

    290

    350

    Fichi secchi

    160

    470

    Mandorle

    239

    465

    Agrumi

    35

    20

  2. # ADS
    Circuit advertisement
    Data Registrazione
    Always
    Località
    Advertising world
    Messaggi
    Many
     

  3. #2
    Gentiluomo di Fortuna
    L'avatar di Drugo84
    Data Registrazione
    Jun 2003
    Località
    Zion
    Messaggi
    29,229
    Grazie
    0
    Ringraziato 0 volte in 0 post

    Predefinito

    Livello di assunzione quotidiano raccomandato (RDA)

    Vi sono due vie di assorbimento intestinale, una transcellulare attiva digiuno-duodenale o “alta” e una paracellulare passiva ileale o “bassa”.

    La prima via è saturabile, necessita di O2, di glucoso, è calcitriolo-dipendente e necessita di sinergia tra un trasportatore (Calcium-binding protein) espresso sul versante endoluminale dell’enterocita e la pompa Ca2+Mg2+-ATPasi dipendente attiva sulla membrana basolaterale.

    La seconda via è una semplice diffusione e nn è adattabile.

    Le caratteristiche dei nutrimenti condizionano l’assorbimento di Ca2+:


    • facilitazioni:
      • pro, facilmente assorbibili xchè formano con i minerali sali solubili. In altromo però le pro animali, specialmente se purificate, aumentano l’escrezione renale x cui un sovraccarico alimentare di queste è spesso correlato in negativo con il contenuto osseo di calcio. Ad esempio gli esquimesi che constano un introito proteico di 200-400g/die presentano densità ossee minerali inferiori ai caucasici del 10-15%, i quali hanno introiti proteici di 2-4 volte inferiori. Per questo motivo si sconsigliano + di 55g/die alle donne in epoca perimenopausale.
      • Lattosio, relazionatemene al grado di idrolisi del disaccaride. Da ciò si è supposto che la scarsità di casi di rachitismo negli europei sia attribuibile a persistenza ed efficienza della b-galattosidasi intestinale negli individui svezzati.
      • Lisina e arginino
    • inibizioni:
      • acidi organici: i bambini se carenti in vit D e alimentati prevalentemente da cereali sviluppano severi quadri di rachitismo relazionatamene ai contenuti nel cereale di acido fitico (estere esafosforico dell’inositolo) che sottrae Ca all’assorbimento intestinale. Altri acidi organici come quello ossalico (spinaci), carbonico, ecc… e gli SFA a lunga catena hanno la tendenza a formare col Ca saponi insolubili. Un deficit di EFA riduce l’assorbimento di Ca2+.
      • Fibre alimentari, assorbono i metalli riducendone l’assorbimento. Ciò è molto rilevante in culture del terzo mondo, come l’Iran, dove il regime alimentare dei bambini è al 50% costituito da pane Bazari, ricco in minerali ma anche di fibra e fitati.
      • Alcool e alcolismo cronicoportano ad una grave diminuizione della densità ossea, con casi di osteoporosi che portano a fratture delle ossa lunghe (maschi e femmine) e delle vertebre (maschi).
    Per l’adulto il fabbisogno è di 300mg (7,5 mmol) corrispondente alla perdita di minerale:rene 185mg (4,6mmol), intestino 100mg (2,5mmol), cute 16mg (0,4mmol).

    Per coprire questa quota sono consigliati 800mg/die (20mmol) dei quali 500mg (12,5mmol) sarnno persi.





    http://img114.exs.cx/img114/139/calcio6ta.jpg




    Naturalmente questi valori vanno correlati a sesso, età, salute, gravidanza (2° 3° mese) allattamento (dal 6° mese verrà prodotto circa 1l/die di latte contenente 350mg di Ca.

    Per i giovani tra 18-29 anni si aumenta a 1000mg/die a causa della crecita ossea.

    Durante l’invecchiamento il National Institute of Health ha definito, nel 1994, 1g/die (25mmol) per l’uomo sotto i 65anni e per la donna estrigeno-tutelata, di 1500mg (37,5mmol) al di sopra dei 65anni.

    Nell’uomo, come per altri animali, si è osservata una diminuzione dell’assorbimento intestinale dovuto alla senescenza e ad almeno 3 fattori:


    • Dieta povera di cibi ricchi di calcio
    • Minor attività renale nella biosintesi del calctriolo
    • Maggior resistenza dell’enterocita al calcitriolo
    In trattamenti dell’osteoporosi o in minor biodisponibilità intestinale è utile una supplementazione che favorirebbe anche una riduzione della pressione arteriosa e dei rischi di cancro al colon.

    Uno degli effetti nocivi di sovradosaggio è l’interazione negativa con l’assorbimento intestinale di Fe e Zn.



    Età/condizione

    Livello raccomandato (mg/die)

    0-12 mesi

    600

    1-6 anni

    800

    7-10 anni

    1000

    10-15 anni

    1200

    Adulto fino a 29 anni

    1000

    Adulto fino a 60 anni

    800

    Adulto anziano

    1000

    Gravidanza

    1200

    Allattamento

    1300





    Il calcio è coinvolto in vari meccanismi:


    • Attivazione dei processi metabolici:
    ad esempio la contrazione muscolare è un’interazione tra calcio e funzione biologica; il Ca2+ liberato nel reticolo endoplasmatico del sarcolemma lega troponina dando il via allo scorrimento tra loro dei filamenti contrattili


    • Propagazione dell’impulso nervoso nei neuroni post-sinaptici:
    la depolarizzazione di un neurone dipende dai flussi di Na e K attraverso la membrana eccitabile. La propagazione di questo impulso da un neurone all’altro o ad un effettorerichiede trasmettitori sinaptici /acetilcolina, noradrenalina,adrenalina, dopamina) rilasciati alla giunzione sinaptica o neuromuscolare in presenza di ioni calcio.

    Nei liquidi extracellulari e nei tessuti parenchimatodi il calcio è nell’adulto in quantità pari a ~10g ed è coinvolto nella modulazione dell’eccitabilità di muscoli e nervi periferici.


    • Coagulazione del sangue:
    durante la coagulazione sanguinia una pro plasmatica solubile definita fibrinogeno viene trasformata in insolubile (firina) e quindi precipita. La confersione viene mediata dall’enzima trombina, prodotto di conversione, calcio-dipendente, della protrombina prodotta dal fegato in presenza di K.


    • Osteogenesi e ricambio minerale nell’osso:
    il collagene consente l’omeostasi della matrice ossea ove precipitano sali di Ca e P sotto forma di idrossiapatite (Ca10(PO4)6(OH)2 ). Durante l’accrescimento è compito di osteoblasti e osteoclasti rispettivamente fissare e rarefare il calcio nella matrice ossea.

    Nell’adulto questi processi sono in costante equilibrio ricambiando 700mg/die.

  4. #3
    Gentiluomo di Fortuna
    L'avatar di Drugo84
    Data Registrazione
    Jun 2003
    Località
    Zion
    Messaggi
    29,229
    Grazie
    0
    Ringraziato 0 volte in 0 post

    Predefinito

    solita stori ... se volete leggervelo impaginato bene: pdf

Discussioni Simili

  1. ZMA e calcio
    Di Bond nel forum Integratori uso e caratteristiche.
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 09-05-2006, 15:10:25
  2. Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 18-11-2005, 23:39:30
  3. Calcio
    Di Drugo84 nel forum Raccolta Articoli
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 17-01-2005, 13:55:35
  4. PRO -no calcio-
    Di noise0 nel forum Integratori uso e caratteristiche.
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 10-08-2003, 23:49:17

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •