Banner grande 5 (Testobol)
Pagina 1389 di 1553 PrimaPrima ... 3898891289133913791386138713881389139013911392139914391489 ... UltimaUltima
Risultati da 20,821 a 20,835 di 23295

Discussione: Cronaca e politica estera [Guerra Ucraina-Russia] Thread unico.

  1. #20821
    Bodyweb Advanced

    Data Registrazione
    Sep 2021
    Messaggi
    168
    Like
    30
    Ringraziato 135 volte in 71 post

    Predefinito


    Contenuto primo messaggio - Trova offerte
    Citazione Originariamente Scritto da Bob Terwilliger Visualizza Messaggio
    Nel caso della Crimea il principio dell'autodeterminazione dei popoli non si applica.
    A quanto pare è un concetto valido solo quando c'è di mezzo uno ''stato canaglia'', in quel caso i vari ''referendum'' più o meno illegali nelle nazioni / federazione in cui si svolgono sono validissimi anche se vanno contro le ''Costituzioni'' delle stesse.

    Quindi ok alle varie secessioni delle repubbliche ex Jugoslave ma anche li solo alcune, tre pesi tre misure, ad esempio coi serbi cattivi della Repubblica Srpska ''non andava bene'' e le conseguenze si sono viste (ci ricordiamo tutti l'esercito di Mladic e Karadzjc a Srebenica, con tanto di stupenda fuga miracolosa dei ''pacificatori ONU'' olandesi).

    Recentemente la cosa si è anche vista col double standard Kosovo e Catalonia. Il primo, letteralmente un narcostato che tutt'oggi si regge sul riciclaggio e fa da gateway per il traffico di coca, eroina e prostitute, si dichiara indipendente ''con un referendum'' illegalissimo secondo la Costituzione Serba. Ma fa nulla, chissene di un ''pezzo di carta in cirillico'' (cit. un nostro vecchio politico), l'importante è l' ''autodeterminazione del popolo gheg albanese del Kosovo'' contro gli slavi cattivoni.
    Applauso, riconoscimento internazionale immediato, sipario. Minaccia di (altro) intervento NATO se l'esercito serbo muove un solo passo.

    La Catalonia fa la stessa identica cosa (tolta la parte del narcostato, anzi casualmente una delle regioni più economicamente floride dell'Europa Meridionale e con un fortissimo e quadrisecolare senso di Nazione in chiave socialista)? Ondata di indignazione internazionale (tranne dai soliti Maduro, Stati dell'America centrale, etc), tutti a stracciarsi le vesti per ''la Costituzione'' e la ''sovranità'', etc etc.

    Bob, insomma, questa ''autodeterminazione'' è un po' come il termine ''missione di pace'', viene usato solo quando fa comodo ed è comodo, altrimenti è un relitto del XX secolo.
    Ultima modifica di LARRY SCOTT2; 12-05-2022 alle 20:27:56

  2. Il seguente utente ha messo Like a LARRY SCOTT2 per il seguente post:

    Varret (13-05-2022)

  3. # ADS
    Circuit advertisement
    Data Registrazione
    Always
    Messaggi
    Many
     

  4. #20822
    Bodyweb Advanced

    Data Registrazione
    Sep 2021
    Messaggi
    168
    Like
    30
    Ringraziato 135 volte in 71 post

    Predefinito

    Mi è venuta in mente anche la faccenda Kurdistan.
    Gli USA promisero più volte ai leader tribali curdi la totale indipendenza (almeno del) Kurdistan iracheno nel loro supporto antisaddam e all'invasione. Loro agiscono, e anche bene.
    Discorsoni di Rumsfield e Powell all'ONU sull' ''autodeterminazione, dopo il tradimento di Sevres, del popolo curdo''.

    2005, arriva Erdogan in Turchia che negli anni dopo mette il veto a qualsiasi velleità non solo di indipendenza, ma anche di autonomia curda (e armena, e dei pochi greci del Ponto rimasti), dice spudoratamente che un Kurdistan indipendente farebbe da ''Stato Nucleo'' per il futuro ''Grande Kurdistan'' coprendente la parte enorme della Turchia orientale, la parte Iraniana e quella siriana. E lì arriva anche la guerra civile con un'effettiva indipendenza de facto del Kurdistan siriano; nella parte Irachena fanno finalmente sto referendum. Gli USA? Per non scontentare l'alleato ottomano se ne lavano letteralmente le mani.

    Ah, questa ''autodeterminazione dei popoli''. Ancora, nel 2022 se ne deve sentir parlare in chiave di arma retorica nei media

  5. I seguenti 4 utenti hanno messo Like a LARRY SCOTT2 per questo utile post :

    ANOLESO (13-05-2022), Maverick87 (12-05-2022), Sergio (12-05-2022), Varret (13-05-2022)

  6. #20823
    bluesman L'avatar di Bob Terwilliger
    Data Registrazione
    Dec 2006
    Località
    Osteria
    Messaggi
    11,990
    Like
    653
    Ringraziato 2,011 volte in 1,259 post

    Predefinito

    D'accordo su tutto, Bosnia Kurdistan e Catalogna sono gli esempi a cui penso anch'io quando sento parlare dell'intoccabile autodeterminazione del popolo ucraino da difendere a costo della pace mondiale.
    A questi aggiungo anche il referendum sulla Brexit che a sentire parecchia gente non doveva essere fatto perché i britannici, nel scegliere l'opzione sbagliata, hanno dimostrato di non essere in grado di autodeterminarsi.
    Citazione Originariamente Scritto da Sean Visualizza Messaggio
    Bob è pure un fervente cattolico.
    E' solo in virtù di questo suo essere del Cristo che gli perdono quei suoi certi amori per le polveri, il rock, la psicologia, la pornografia e pure per Sion.

    Alice - How long is forever?
    White Rabbit - Sometimes, just one second.


  7. #20824
    Bodyweb Senior
    L'avatar di Maverick87
    Data Registrazione
    Mar 2012
    Località
    Centro Italia
    Messaggi
    6,750
    Like
    1,624
    Ringraziato 486 volte in 405 post

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da LARRY SCOTT2 Visualizza Messaggio
    A quanto pare è un concetto valido solo quando c'è di mezzo uno ''stato canaglia'', in quel caso i vari ''referendum'' più o meno illegali nelle nazioni / federazione in cui si svolgono sono validissimi anche se vanno contro le ''Costituzioni'' delle stesse.

    Quindi ok alle varie secessioni delle repubbliche ex Jugoslave ma anche li solo alcune, tre pesi tre misure, ad esempio coi serbi cattivi della Repubblica Srpska ''non andava bene'' e le conseguenze si sono viste (ci ricordiamo tutti l'esercito di Mladic e Karadzjc a Srebenica, con tanto di stupenda fuga miracolosa dei ''pacificatori ONU'' olandesi).

    Recentemente la cosa si è anche vista col double standard Kosovo e Catalonia. Il primo, letteralmente un narcostato che tutt'oggi si regge sul riciclaggio e fa da gateway per il traffico di coca, eroina e prostitute, si dichiara indipendente ''con un referendum'' illegalissimo secondo la Costituzione Serba. Ma fa nulla, chissene di un ''pezzo di carta in cirillico'' (cit. un nostro vecchio politico), l'importante è l' ''autodeterminazione del popolo gheg albanese del Kosovo'' contro gli slavi cattivoni.
    Applauso, riconoscimento internazionale immediato, sipario. Minaccia di (altro) intervento NATO se l'esercito serbo muove un solo passo.

    La Catalonia fa la stessa identica cosa (tolta la parte del narcostato, anzi casualmente una delle regioni più economicamente floride dell'Europa Meridionale e con un fortissimo e quadrisecolare senso di Nazione in chiave socialista)? Ondata di indignazione internazionale (tranne dai soliti Maduro, Stati dell'America centrale, etc), tutti a stracciarsi le vesti per ''la Costituzione'' e la ''sovranità'', etc etc.

    Bob, insomma, questa ''autodeterminazione'' è un po' come il termine ''missione di pace'', viene usato solo quando fa comodo ed è comodo, altrimenti è un relitto del XX secolo.
    guardacaso la spagna non ha mai riconosciuto il kosovo

    è evidente che avallare invasioni/annessioni in virtù della presenza di una maggioranza che parla un'altra lingua rischia di aprire un vaso di pandora. ALlora anche gli altoatesini potrebbero volersi annettere all'austria, i corsi dichiarare l'indipendenza della repubblica popolare marinara napoleonica della corsica e via dicendo... quasi ogni paese del mondo ha al suo interno minoranza linguistiche o rivendicazioni su porzioni di territorio, non se ne esce più così.

  8. Il seguente utente ha messo Like a Maverick87 per il seguente post:

    Barone Bizzio (13-05-2022)

  9. #20825
    Non cielo diconoh
    L'avatar di Virulogo.88
    Data Registrazione
    Nov 2008
    Località
    Big City
    Messaggi
    15,220
    Like
    130
    Ringraziato 2,425 volte in 1,750 post

    Predefinito

    Noi veneti schifiamo l'italia

    Inviato dal mio SM-G970F utilizzando Tapatalk
    Citazione Originariamente Scritto da Pesca Visualizza Messaggio
    lei ti parla però, ti saluta, è gentile, sei tu la merda hunt

  10. #20826
    Csar L'avatar di Sean
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Località
    In piedi tra le rovine
    Messaggi
    104,796
    Like
    3,292
    Ringraziato 4,450 volte in 3,093 post

    Predefinito

    Kuleba, è il campo di battaglia a determinare i negoziati
    «Le condizioni per i negoziati vengono stabilite dal campo di battaglia, non viceversa. Al momento ci sentiamo più sicuri sul versante degli scontri armati quindi assumiamo una posizione più dura nei negoziati. Se la situazione sul campo di battaglia dovesse capovolgersi sarebbe la Russia a trovarsi in una posizione migliore». Così Dmytro Kuleba, ministro degli Esteri dell'Ucraina, in un'intervista a Repubblica. «Il vero problema – aggiunge Kuleba – è che la Russia non mostra alcuna disponibilità a negoziati autentici e sostanziali. E noi vediamo l'offensiva nel Donbass e gli attacchi nella regione attorno a Cherson, vediamo attacchi missilistici senza fine in tutto il Paese. Al momento non fa alcuna differenza il posto in cui si dorme la notte in Ucraina. Anche se ci si addormenta a 1000 chilometri di distanza dal fronte, non c'è garanzia di svegliarsi vivi il giorno dopo».

    Mosca: all’Onu nuove prove su attività biologiche militari Usa
    La Russia presenterà nuove prove delle presunte attività biologiche militari statunitensi in Ucraina nel corso di una riunione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite in programma domani. Lo ha annunciato il vice inviato russo alle Nazioni Unite, Dmitry Polyanskiy, sul suo canale Telegram, secondo quanto riporta l'agenzia Sputnik. «Abbiamo chiesto una riunione aperta del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite per presentare nuove prove sui programmi biologici militari eseguiti presso i biolab statunitensi in Ucraina. L'incontro è previsto per domani alle 10 ora di New York (le 16 in Italia, ndr)», ha scritto Polyanskiy.

    Draghi: “Tutti a un tavolo, Biden deve chiamare Putin"
    In apertura del Cdm, parlando ai ministri dell'obiettivo della pace, secondo quanto riferiscono i presenti, il premier Mario Draghi ha ribadito che lo sforzo iniziale è che tutti gli alleati, ma in particolare ovviamente la Russia e gli Stati Uniti, si trovino seduti a un tavolo. Un tavolo in cui, ovviamente, l'Ucraina sia l'attore principale. In questo contesto, ha riferito il premier, Biden deve chiamare Putin. I contatti - ha spiegato il premier - devono essere riavviati, intensificati a tutti i livelli, con la capacità non di dimenticare, perché «impossibile«, ma di «guardare al futuro».

    La Stampa
    ...ma di noi
    sopra una sola teca di cristallo
    popoli studiosi scriveranno
    forse, tra mille inverni
    «nessun vincolo univa questi morti
    nella necropoli deserta»

    C. Campo - Moriremo Lontani



  11. #20827
    Stratocaster Addicted L'avatar di fede79
    Data Registrazione
    Oct 2002
    Località
    Roma
    Messaggi
    1,566
    Like
    29
    Ringraziato 253 volte in 169 post

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Sean Visualizza Messaggio
    Kuleba, è il campo di battaglia a determinare i negoziati
    «Le condizioni per i negoziati vengono stabilite dal campo di battaglia, non viceversa. Al momento ci sentiamo più sicuri sul versante degli scontri armati quindi assumiamo una posizione più dura nei negoziati. Se la situazione sul campo di battaglia dovesse capovolgersi sarebbe la Russia a trovarsi in una posizione migliore». Così Dmytro Kuleba, ministro degli Esteri dell'Ucraina, in un'intervista a Repubblica. «Il vero problema – aggiunge Kuleba – è che la Russia non mostra alcuna disponibilità a negoziati autentici e sostanziali. E noi vediamo l'offensiva nel Donbass e gli attacchi nella regione attorno a Cherson, vediamo attacchi missilistici senza fine in tutto il Paese. Al momento non fa alcuna differenza il posto in cui si dorme la notte in Ucraina. Anche se ci si addormenta a 1000 chilometri di distanza dal fronte, non c'è garanzia di svegliarsi vivi il giorno dopo».

    Draghi: “Tutti a un tavolo, Biden deve chiamare Putin"
    In apertura del Cdm, parlando ai ministri dell'obiettivo della pace, secondo quanto riferiscono i presenti, il premier Mario Draghi ha ribadito che lo sforzo iniziale è che tutti gli alleati, ma in particolare ovviamente la Russia e gli Stati Uniti, si trovino seduti a un tavolo. Un tavolo in cui, ovviamente, l'Ucraina sia l'attore principale. In questo contesto, ha riferito il premier, Biden deve chiamare Putin. I contatti - ha spiegato il premier - devono essere riavviati, intensificati a tutti i livelli, con la capacità non di dimenticare, perché «impossibile«, ma di «guardare al futuro».

    La Stampa
    Mi focalizzerei su queste due notizie in particolare:

    1) Finalmente Kuleba scopre l'acqua calda, e questo conferma ciò che si è sempre pensato: è il teatro di guerra a portare sul tavolo dei negoziati, purtroppo.

    2) Come si diceva nei giorni scorsi, l'Europa forse s'è desta, forse ha capito che legarsi troppo ai paesi atlantisti, porterebbe alla rovina economico-sociale a tutti i livelli. Germania in primis, seguita da Francia ed ora Italia, stanno iniziando ad alzare i toni, spingendo gli USA ad aprire un tavolo con la Russia.

    Free at last, they took your life
    They could not take your PRIDE

  12. Il seguente utente ha messo Like a fede79 per il seguente post:

    Sean (13-05-2022)

  13. #20828
    Bodyweb Senior L'avatar di The_Shadow
    Data Registrazione
    Aug 2014
    Messaggi
    6,494
    Like
    1,021
    Ringraziato 1,437 volte in 1,159 post

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Maverick87 Visualizza Messaggio
    guardacaso la spagna non ha mai riconosciuto il kosovo

    è evidente che avallare invasioni/annessioni in virtù della presenza di una maggioranza che parla un'altra lingua rischia di aprire un vaso di pandora. ALlora anche gli altoatesini potrebbero volersi annettere all'austria, i corsi dichiarare l'indipendenza della repubblica popolare marinara napoleonica della corsica e via dicendo... quasi ogni paese del mondo ha al suo interno minoranza linguistiche o rivendicazioni su porzioni di territorio, non se ne esce più così.
    La questione è che l'uomo, dalla notte dei tempi, crea divisioni perchè nell'antinomia amico/nemico si getta la propria ombra, ciò che di sè non si accetta, sulla parte avversa. Di volta in volta di agglutina attorno alla lingua, alla religione, all'etnia, etc. Se non si trova il motivo, si cerca il pretesto.

  14. #20829
    Bodyweb Senior L'avatar di The_Shadow
    Data Registrazione
    Aug 2014
    Messaggi
    6,494
    Like
    1,021
    Ringraziato 1,437 volte in 1,159 post

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Sean Visualizza Messaggio
    Kuleba, è il campo di battaglia a determinare i negoziati
    «Le condizioni per i negoziati vengono stabilite dal campo di battaglia, non viceversa. Al momento ci sentiamo più sicuri sul versante degli scontri armati quindi assumiamo una posizione più dura nei negoziati. Se la situazione sul campo di battaglia dovesse capovolgersi sarebbe la Russia a trovarsi in una posizione migliore». Così Dmytro Kuleba, ministro degli Esteri dell'Ucraina, in un'intervista a Repubblica. «Il vero problema – aggiunge Kuleba – è che la Russia non mostra alcuna disponibilità a negoziati autentici e sostanziali. E noi vediamo l'offensiva nel Donbass e gli attacchi nella regione attorno a Cherson, vediamo attacchi missilistici senza fine in tutto il Paese. Al momento non fa alcuna differenza il posto in cui si dorme la notte in Ucraina. Anche se ci si addormenta a 1000 chilometri di distanza dal fronte, non c'è garanzia di svegliarsi vivi il giorno dopo».

    Mosca: all’Onu nuove prove su attività biologiche militari Usa
    La Russia presenterà nuove prove delle presunte attività biologiche militari statunitensi in Ucraina nel corso di una riunione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite in programma domani. Lo ha annunciato il vice inviato russo alle Nazioni Unite, Dmitry Polyanskiy, sul suo canale Telegram, secondo quanto riporta l'agenzia Sputnik. «Abbiamo chiesto una riunione aperta del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite per presentare nuove prove sui programmi biologici militari eseguiti presso i biolab statunitensi in Ucraina. L'incontro è previsto per domani alle 10 ora di New York (le 16 in Italia, ndr)», ha scritto Polyanskiy.

    Draghi: “Tutti a un tavolo, Biden deve chiamare Putin"
    In apertura del Cdm, parlando ai ministri dell'obiettivo della pace, secondo quanto riferiscono i presenti, il premier Mario Draghi ha ribadito che lo sforzo iniziale è che tutti gli alleati, ma in particolare ovviamente la Russia e gli Stati Uniti, si trovino seduti a un tavolo. Un tavolo in cui, ovviamente, l'Ucraina sia l'attore principale. In questo contesto, ha riferito il premier, Biden deve chiamare Putin. I contatti - ha spiegato il premier - devono essere riavviati, intensificati a tutti i livelli, con la capacità non di dimenticare, perché «impossibile«, ma di «guardare al futuro».

    La Stampa
    Si, ma mario gliel'ha detto, a joe? Gli ha detto "Hey joe, you should/must call putin"?

    Altrimenti facciamo i grossi coi secchi.

  15. Il seguente utente ha messo Like a The_Shadow per il seguente post:

    Ponno (13-05-2022)

  16. #20830
    Ice and Cold
    L'avatar di Nemesis84
    Data Registrazione
    Jun 2013
    Messaggi
    12,514
    Like
    1,099
    Ringraziato 1,389 volte in 1,063 post

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da The_Shadow Visualizza Messaggio
    Si, ma mario gliel'ha detto, a joe? Gli ha detto "Hey joe, you should/must call putin"?

    Altrimenti facciamo i grossi coi secchi.
    Magari senza hey ma credo lo abbia detto, come dicevo ieri però biden non può passare dal riempiamo di armi a fare uno squillino a putin in 36 ore
    "It' better stand tall when they're calling you out, don't bend, don't break, don't back down"

  17. #20831
    Queen Of The Balls - Ex Mod.
    L'avatar di Gary
    Data Registrazione
    Mar 2007
    Località
    Tempio Pausania
    Messaggi
    35,706
    Like
    54
    Ringraziato 246 volte in 178 post

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Virulogo.88 Visualizza Messaggio
    Noi veneti schifiamo l'italia

    Inviato dal mio SM-G970F utilizzando Tapatalk
    Recentemente mi è capitato tra le mani un volantino di un auto proclamato Doge di Venezia che chiede a Mattarella di riconoscere il Veneto e parte della Lombardia come stato autonomo lol
    Citazione Originariamente Scritto da modgallagher
    gandhi invece di giocarsi il libretto della macchina si gioca la cartella clinica
    " tra noi sarebbe come abbinare un vino pregiato a un ottimo cibo " ..



  18. #20832
    Bodyweb Senior
    L'avatar di Maverick87
    Data Registrazione
    Mar 2012
    Località
    Centro Italia
    Messaggi
    6,750
    Like
    1,624
    Ringraziato 486 volte in 405 post

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da The_Shadow Visualizza Messaggio
    La questione è che l'uomo, dalla notte dei tempi, crea divisioni perchè nell'antinomia amico/nemico si getta la propria ombra, ciò che di sè non si accetta, sulla parte avversa. Di volta in volta di agglutina attorno alla lingua, alla religione, all'etnia, etc. Se non si trova il motivo, si cerca il pretesto.
    certamente, però le guerre non si vincono con le motivazioni/pretesti. Quelli servono solo per giustificarne l'inizio

  19. #20833
    Bodyweb Advanced

    Data Registrazione
    Sep 2021
    Messaggi
    168
    Like
    30
    Ringraziato 135 volte in 71 post

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Maverick87 Visualizza Messaggio
    guardacaso la spagna non ha mai riconosciuto il kosovo

    è evidente che avallare invasioni/annessioni in virtù della presenza di una maggioranza che parla un'altra lingua rischia di aprire un vaso di pandora. ALlora anche gli altoatesini potrebbero volersi annettere all'austria, i corsi dichiarare l'indipendenza della repubblica popolare marinara napoleonica della corsica e via dicendo... quasi ogni paese del mondo ha al suo interno minoranza linguistiche o rivendicazioni su porzioni di territorio, non se ne esce più così.
    (Esulo dalla questione Crimea e due Repubbliche Socialiste del Donbass e lo scrivo per i numerosi lettori con grosse difficoltà di comprensione testo onde evitare equovoci)

    Il problema è che i precedenti per le ''minoranze'' ci sono in Europa, ed è appunto la ex Jugoslavia e successivamente quello scempio dell'indipendenza del Kosovo giustificata su un non meglio precisato ''genocidio''* (è un ben strano ''genocidio'' uno che fa passare un popolo, i gheg kosovari, da 500.000 del 1960 a 2.000.000 del 2010), con tanto di dichiarazioni ufficiali e minaccia di nuova invasione NATO se la Serbia avesse agito.
    E dopo la Catalonia, senza contare i Baschi e i ''the troubles''.
    Fossero stati tutti diploaticamente zitti, almeno


    *vi ricorda il pretesto di qualcuno?

    Citazione Originariamente Scritto da Gary Visualizza Messaggio
    Recentemente mi è capitato tra le mani un volantino di un auto proclamato Doge di Venezia che chiede a Mattarella di riconoscere il Veneto e parte della Lombardia come stato autonomo lol
    Sono quasi sicuro sia qualcuno che frenquentava BW nel periodo d'oro 2006-2010, è altamente probabile
    Ultima modifica di LARRY SCOTT2; 13-05-2022 alle 09:32:15

  20. #20834
    Non cielo diconoh
    L'avatar di Virulogo.88
    Data Registrazione
    Nov 2008
    Località
    Big City
    Messaggi
    15,220
    Like
    130
    Ringraziato 2,425 volte in 1,750 post

    Predefinito

    Sarà stato il Berso
    Citazione Originariamente Scritto da Pesca Visualizza Messaggio
    lei ti parla però, ti saluta, è gentile, sei tu la merda hunt

  21. Il seguente utente ha messo Like a Virulogo.88 per il seguente post:

    LARRY SCOTT2 (13-05-2022)

  22. #20835
    Bodyweb Senior
    L'avatar di Maverick87
    Data Registrazione
    Mar 2012
    Località
    Centro Italia
    Messaggi
    6,750
    Like
    1,624
    Ringraziato 486 volte in 405 post

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da LARRY SCOTT2 Visualizza Messaggio
    (Esulo dalla questione Crimea e due Repubbliche Socialiste del Donbass e lo scrivo per i numerosi lettori con grosse difficoltà di comprensione testo onde evitare equovoci)

    Il problema è che i precedenti per le ''minoranze'' ci sono in Europa, ed è appunto la ex Jugoslavia e successivamente quello scempio dell'indipendenza del Kosovo giustificata su un non meglio precisato ''genocidio''* (è un ben strano ''genocidio'' uno che fa passare un popolo, i gheg kosovari, da 500.000 del 1960 a 2.000.000 del 2010), con tanto di dichiarazioni ufficiali e minaccia di nuova invasione NATO se la Serbia avesse agito.
    E dopo la Catalonia, senza contare i Baschi e i ''the troubles''.
    Fossero stati tutti diploaticamente zitti, almeno


    *vi ricorda il pretesto di qualcuno?
    Ma io facevo notare che non tutti hanno riconosciuto il Kosovo proprio per non giustificare spinte secessioniste presenti al loro interno, come appunto non ha fatto la Spagna che ha regioni con forti movimenti indipendentisti.

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •