Pagina 3 di 3 PrimaPrima 123
Risultati da 31 a 38 di 38

Discussione: Kuorenero

  1. #31
    Bodyweb Member
    Data Registrazione
    Feb 2019
    Messaggi
    6
    Grazie
    0
    Ringraziato 0 volte in 0 post

    Predefinito

    Squat 10-8-6-4 2:00 70-72.5-75-77.5
    Pressa 8-8-8 1:30 130
    Leg Extension 8-8-8 1:30 70
    Polpacci 12-12 1:00 160
    Lento avanti machine 10-8-6-6 2:00 50-52.5-55
    Alzate laterali 8-8-8 1:30 12
    Alzate frontali 12-12 1:00 10

  2. # ADS
    Circuit advertisement
    Data Registrazione
    Always
    Messaggi
    Many
     

  3. #32
    Bodyweb Member
    Data Registrazione
    Feb 2019
    Messaggi
    6
    Grazie
    0
    Ringraziato 0 volte in 0 post

    Predefinito

    Parliamo dello Squat.
    Esercizio fondamentale, basterebbe eseguire questo insieme alla panca e agli stacchi per avere un'allenamento completo. Come sempre suggerisco di guardare bene sul tubo video didattici, se trovate quello già consigliato prima sul power lifter che lo spiega al bodybuilder siete a cavallo. Comunque due delucidazioni. Innanzitutto mettete le barre di sicurezza del castello ad una posizione idonea di protezione, così se perdete l'equilibrio (le prime volte può capitare) non vi ammazzate. Posizione delle gambe e dei piedi: gambe leggermente divaricate e piedi nella stessa posizione con la quale camminate. Se camminate a papera piedi in fuori, se camminate dritti piedi dritti, se come me avete i piedi un pò storti allora piedi un pò storti. Questo perchè l'articolazione del ginocchio si è sviluppata in base a come puntate i piedi e se cambiate postura il ginocchio patisce (esperienza personale). Il movimento è fondamentale. Mai sorpassare con il ginocchio la punta del piede. Qui ci va una buona mobilità del bacino e flessibilità (se così vogliam chiamarla) del ginocchio. Dovete in pratica sedervi piegando le gambe, mantenendo la schiena ben dritta, fino se possibile ad avere le gambe parallele al pavimento (io non ci arrivo), senza sorpassare con le ginocchia il piede. Un pò come fanno i popoli arabi, che si siedono sui talloni ma fermandosi prima. Io sono inchiodato di bacino, rigido che non arrivo a toccarmi i piedi con le gambe tese, mi devo fermare prima per mantenere la posizione e soprattutto l'equilibrio. Le ginocchia non devono superare la punta del piede perchè il peso lo deve sostenere la gamba e non deve scaricarsi sull'articolazione, altrimenti capiterà che un giorno i legamenti cederanno e sparerete fuori la rotula ammazzando qualcuno, e' semplice fisica. Prima di scendere, come nella panca piana, prendete fiato gonfiando la pancia. La risalita va fatta sempre mantenendo posizione ed equilibrio. Se visti di fianco il peso deve scendere e salire verticalmente senza andare a zig zag. Per imparare bene occorre farlo scarichi, non è così semplice come sembra. Soprattutto con carichi alti si tende scendendo a cedere un pò in avanti con la schiena e quando si sale a drizzare prima la schiena e poi salire. Alcuni usano il multipower per farlo. Per chi non lo conoscesse o non l'avesse in palestra (azz i congiuntivi), è un castello con due barre ai lati dove scorre guidato un bilancere: si può usare per fare la panca, lento avanti, squat e ho visto donne far esercizi per i glutei molto interessanti. Essendo guidato e vincolato, l'unica cosa da fare è scendere e salire. Il problema nasce dal fatto che non dovendo stare in equilibrio sovente gli sforzi non sono fatti correttamente (sempre esperienza personale), io non lo userei, poi ognuno faccia come vuole. Per chi invece lo ha sempre usato ma non ha mai provato quello libero consiglio di provarlo. Provate a staccare lo stesso peso sul multipower e sul libero. Solo per stare in equilibrio si attivano molti più muscoli, si usa più energia, si stressa tutto il corpo compreso il sistema nervoso. Semplicemente più completo.

  4. #33
    Bodyweb Member
    Data Registrazione
    Feb 2019
    Messaggi
    6
    Grazie
    0
    Ringraziato 0 volte in 0 post

    Predefinito

    Per i duri e puri.
    Esiste una versione dello Squat diciamo pesante (ho provato), che sfrutta la tecnica del Rest-Pause presa dall'atletica (ci torneremo nel dettaglio alla prossima stagione). In cosa consiste?
    Innanzi tutto è bene essere in due perchè prevede un lavoro a sfinimento, ergo sempre in sicurezza.
    Si deve caricare un peso che ci consente di fare 11-12 massimo ripetizioni (in teoria 10 ma partiamo easy).
    Si parte facendo 10 ripetizioni, poi ci si ferma in piedi senza scaricare il peso e si recupera 10-15 secondi.
    Poi si riparte a sfinimento (se va bene ne fate 4) e ci si riferma sempre senza posare il bilancere.
    Si va avanti fino ad arrivare a 20 ripetizioni in totale (le ultime le farete singole ovviamente)
    Alla fine è consentito vomitare o svenire, come preferite.
    In teoria basta una serie e gambe per quel giono le avete fatte, se poi siete durissimi e purissimi fatene anche 2...

    Continuiamo con la scheda.
    Questa volta usiamo la macchina per il lento avanti, così per variare, la tecnica resta la stessa.
    New entry le alzate frontali. Ci sono molte varianti, si può usare un bilancere, un disco o i manubri. Con i manubri abbiamo due posizioni:
    la classica con i manubri davanti e i polsi rivolti verso di noi oppure laterale con i polsi che si guardano.
    Con i manubri davanti possiamo poi scegliere se farle alternate o con tutte e due le braccia contemporaneamente.
    Con i manubri a lato si usa un braccio per volta perchè il manubrio va portato verso la spalla opposta quando si sale (senza ruotare il polso), quindi con tutti e due contemporaneamente non si possono fare. In questa scheda li ho fatti tradizionali con i manubri.
    Ricordarsi sempre gambe leggermente flesse per scaricare la schiena, niente colpi di lobrai, bracci semiflese anche loro, controllo del movimento.

  5. #34
    Bodyweb Member
    Data Registrazione
    Feb 2019
    Messaggi
    6
    Grazie
    0
    Ringraziato 0 volte in 0 post

    Predefinito

    Stacchi 10-8-6-4 2:00 90-92.5-95-97.5
    Rematore manubrio 8-8-8 1:30 26
    Pulley 8-8-8 1:30 70
    Lat machine 12-12 1:00 45
    Panca stretta 10-8-6-6 2:00 55-57.5-60
    Push Down 8-8-8 1:30 47
    Deep 12-12 1:00 ----

  6. #35
    Bodyweb Member
    Data Registrazione
    Feb 2019
    Messaggi
    6
    Grazie
    0
    Ringraziato 0 volte in 0 post

    Predefinito

    E introduciamo sua maestà, lo stacco. Qui ci andrebbe un libro ma vedremo di riassumere.
    Solito richiamo al video (che spiega bene anche la panca e lo squat), per chi non lo trova provo a spiegarlo.
    Innanzitutto io non faccio lo stacco classico ma il rumeno. Qual'è la differenza?
    Nello stacco classico si parte con il peso appoggiato a terra, lo alzo, scendo e lo riposo, poi riparto.
    Nello stacco rumeno si parte da una posizione leggermente più alta mettendo spessori sotto i dischi oppure usando
    il castello appoggiando il bilanciere sulle sicurezze posta il più in basso possibile.
    Una volta alzato il peso, si scende ma non si appoggia, rimanendo sempre in tensione e si riparte.
    Lo stacco classico è più completo e più pesante, io mi trovo meglio col rumeno perchè non ho una buona mobilità (come nello squat).
    Spiego il classico, nel rumeno i movimenti sono simili. Innanzi tutto sarebbe opportuno o essere scalzi o con scarpe basse, perchè quelle classiche da ginnastica con un leggero tacco non vanno bene. Utile sarebbe avere anche dei calzettoni stile calcio, perchè il bilanciere dovrà strisciare contro le tibie e alla lunga dà fastidio.
    Gambe come lo squat, ci si china prendendo il bilancere con la presa neutra, una mano davanti e una dietro. Schiena ben dritta, prendere fiato di pancia. Quando si stacca, occhio a non venire su prima col **** (un classico di quando si hanno grossi carichi), ma si drizzano le gambe e man mano che si sale si drizza la schiena. Anche in questo caso il bilanciere visto di lato deve fare il movimento perfettamente verticale e non a Zig-Zag. Io, una volta dritto, non vado in negativo (leggermente inarcato all'indietro) come fanno molti, per proteggermi la schiena. La discesa è all'opposto, controllare bene schiena e spalle sia in salita e discesa.
    Una volta scesi, si prende fiato e nuovo giro. A fine serie, come nello squat, per distendere la schiena ho preso l'abitudine di accucciarmi, afferrare il castello e distendere bene lombari e schiena, perchè ovviamente caricando ci si incassa un pò, è naturale.
    Così facendo la mattina seguente riesco ancora a infilare i pantaloni decentemente (per le calze o mi siedo o aspetto 20 minuti...l'età). Le braccia durante i movimenti sono 'rilassate', devono solo tenere il peso e basta.
    Questo esercizio è il più completo. Può essere abbinato alla giornata di gambe o di schiena. Il rumeno io lo abbino alla schiena, anche perchè se fate lo stacco bello pesante difficilmente avrete energia per fare anche lo squat e viceversa.
    Quando il peso è alto, le mani tendono ad aprirsi: per ovviare si possono usare delle fasce o dei ganci. Io uso le fasce, quelle che vedete nelle gare di power lifting, anche se devo ancora prenderci la mano. Con grossi carichi usare sempre la cintura ben allacciata, fari accesi anche di giorno, casco in testa e gaaassssss.

  7. #36
    Bodyweb Member
    Data Registrazione
    Feb 2019
    Messaggi
    6
    Grazie
    0
    Ringraziato 0 volte in 0 post

    Predefinito

    Il rematore.
    Conosco 3 varianti, alternati con manubrio, con bilanciere e ultima ma più divertente con bilanciere all'angolo?? Questa è meglio se la spiego. Solo in una palestra ho trovato la predisposizione, ma non è indispensabile. Si prende un bilanciere, si cerca un angolo vuoto e si posiziona un'estremità a 45° rispetto alle pareti (in mezzo). Poi serve uno step e la maniglia del pulley, quella più stretta. Si caricano i dischi che servono e i posiziona l'estremità sullo step in modo tale che sia rialzato. Si passa infine la maniglia sotto il bilanciere e si fa il movimento (gomiti ben stretti, scapolare, schiena dritta, 2-3 secondi di pausa). Occhio a dove si mette la maniglia, se dietro nell'angolo non c'è il vincolo e il blanciere è libero potrebbe ribaltarsi tutto in avanti con spiacevoli conseguenze. La maniglia va messa il più avanti possibile.
    Io faccio quello alternato con i manubri. Uso la panca inclinabile perchè per avere una posizione ottimale tengo lo schienale piatto ma il sellino rialzato per appoggiare la mano, in modo tale da stare meno incurvato con la schiena. Tutte le accortezze scritte prima valgono anche in questo caso, io non ruoto il polso mentre salgo ma tengo il manubrio sempre parallelo al corpo. Pulley e lat machine già spiegati passiamo alla panca stretta.
    Non mi viene benissimo, la faccio raramente ma ogni tanto va fatta. La presa sul bilanciere: da coricati con le braccia lungo i fianchi salite e prendete il bilanciere. Questa è la posizione corretta. Io come tanti le prime volte tenevo la mani molto vicine ma ci si fa male ai polsi e non si ha equilibrio, la presa corretta è quella naturale. Posizione nella discesa: si scende leggermente più avanti di quando si fanno i pettorali ma senza esagerare, per il resto si usano sempre le medesime accortezze. Il push down l'abbiamo visto, per il deep per tricipiti valgono le stesse regole di quelli per i pettorali tranne che i gomiti van tenuti stretti e non larghi per lavorare meglio con i tricipiti.
    Tra l'altro.
    Sabato scorso son tornato nella palestra che uso come recupero se salto un allenamento settimanale per impegni. Sorpresa...l'entrata è passata da 10 a 13 euro, un bel 30%...complimenti. Salgo e trovo anche due belle sorprese: un castello stile olimpionico, con quei bei dischi colorati grossi che vedi nelle gare e la panca specifica per il lento avanti e dietro. Bello che la palestra è vuota (sarà il sabato o il costo), tutto perfettamente ordinato con bilancieri vuoti, dischi e manubri perfettamente ordinati. Fare squat con quel castello è spettacolo, carichi i dischi e sembra che carichi il mondo. La panca del lento avanti è interessante: non è registrabile, una sedia con seduta bassissima e appoggio per i piedi. L'appoggio del bilanciere prevedere 4-5 posizioni in base all'altezza di chi la usa. L'appoggio dei piedi è perfetto perchè aiuta a stare dritti e non scivolare in avanti o inarcare troppo con la schiena. Bella esperienza ma visto il costo vedrò di non saltare più se possibile. Avrei dovuto fare ancora una seduta lunedì ma ho optato per lo scarico totale perchè le braccia ancora oggi (il destro) sono indolenzite ergo lunedì devo partire (farò gambe e spalle) e devo dargli il tempo di recuperare: capita.

  8. #37
    Bodyweb Member
    Data Registrazione
    Feb 2019
    Messaggi
    6
    Grazie
    0
    Ringraziato 0 volte in 0 post

    Predefinito

    Finito il secondo microcilo, son passato da 71.5 a 71... siamo ancora giù di calorie ma siam belli asciuttini e i muscoli cominciano ad adattarsi al lavoro che verrà.
    Ed eccoci all'ultimo microciclo del primo periodo
    Aumentiamo la 'benzina'

    Colazione: via le mandorle ed inseriamo una fetta di prociutto cotto, una banana e un cucchiaino di burro di arachidi. Tranne la banana potete mettere tutto sulla frittatina di bianco che diventa più saporita, se poi volete ficcarci anche la banana de gustibus.
    Spuntino: al posto della banana mettiamo i fiocchi di latte
    Pranzo: al posto dei fiocchi di latte inseriam 50gr (pesati a crudo) di riso integrale. Io mangio quello nero venere o rosso, cottura 20 minuti. Il lunedì mattina mentre faccio colazione ne metto su il quantitativo necessario per tutta la settimana, prendo il necessario per il giorno, il resto in un contenitore con un pò di olio per non falo attaccare, una volta freddo in frigo, almeno sono a posto per tutta la settimana.
    Si può fare anche con la pasta (tecnica da ristorante), la scolate ancora bella al dente, contenitore e olio, una volta scaldata sarà come averla quasi fresca (a me scaldata non piace). Se poi siete a casa basta farla saltare con un sugo e non troverete differenza con quella appena cotta.

    Merenda: 2 fette di wasa e quattro mandorle
    Cena: sempre quella
    In questo modo aumentiamo di 200 calorie circa con le varie suddivisioni carboidrati grassi e proteine. Siam partiti da circa 1100 e siamo a 1500
    Primo giorno:
    Riscaldamento hyperextension e crunch, si può iniziare a usare quanche peso.

    Per il crunch 3 possibilità
    - una eventuale macchina
    - dischi sul petto
    - per i duri un bilanciere dietro la schiena modello Squat
    Quest'ultimo stressa molto i lombari, provate una volta scarico ma attenzione perchè aumenta tantissimo lo sforzo e si rischia di farsi male alla schiena

    Hyperextension stesso discorso
    - dischi
    - bilanciere in mano
    - bilanciere dietro la schiena (un pò estremo), fare mooolta attenzione

    Domani la scheda

  9. #38
    Bodyweb Member
    Data Registrazione
    Feb 2019
    Messaggi
    6
    Grazie
    0
    Ringraziato 0 volte in 0 post

    Predefinito

    Panca piana 5-5-5-5-5 2:30 82.5
    Manubri 45° 8-8-8-8 2:00 26
    Croci basse ai cavi 8-8-8-8 2:00 8
    Chest - Press 12-12 1:00 60
    Curl in piedi 8-6-4-4 2:00 37.5
    Panca Scott 8-8-8-8 2:00 32.5
    Manubri 45° 12-12 1:00 10

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •