Pagina 6 di 10 PrimaPrima ... 3456789 ... UltimaUltima
Risultati da 76 a 90 di 136

Discussione: Cardio a digiuno e dimagrimento

  1. #76
    Bodyweb Advanced
    Data Registrazione
    Mar 2007
    Messaggi
    516
    Grazie
    11
    Ringraziato 18 volte in 17 post

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Nagione Visualizza Messaggio
    White sulla prima cosa che scrivi non mi trovi molto d'accordo, relativamente al consumo grasso, in percentuale, *durante* la corsa. L'andatura blanda consuma percentualmente più grassi, quella più sostenuta più carboidrati. L'andatura più sostenuta e intensa, per lungo tempo (soggettivo: dipende dal livello di allenamento, dai 10 minuti all'ora e molto oltre tanto per dire) e frequente (almeno 4 volte a settimana) è quella che ha dimostrato avere i migliori risultati in termini di consumo grasso. Non mi riferisco al singolo allenamento, o al periodo di 1-2 settimane. Ma all'adattamento cronico che ho scritto più sopra, nel corso dei mesi.
    che l'andatura blanda intacchi i grassi mentre l'elevata i cho è pacifico (infatti l'ho scritto anche qualche pagina dietro).
    il problema è che correre su brevi distanze in modo blando è inutile per una questione di frequenza cardiaca....immagina di dover raggiungere i 150bpm su una distanza di 100m, e di dover fare lo stesso ma sul km; vien da se che se sul km corri a 10km/h, sui 100m a quella velocità non raggiungerai mai i 150bpm ma starai sotto tale soglia, indi per cui stai a perde tempo....spero di essermi spiegato meglio.

  2. # ADS
    Circuit advertisement
    Data Registrazione
    Always
    Messaggi
    Many
     

  3. #77
    Personal Trainer FIPCF
    L'avatar di Luigi 87
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Località
    Parma
    Messaggi
    8,206
    Grazie
    203
    Ringraziato 676 volte in 594 post

    Predefinito

    Volevo la vostra attenzione per buttarvi una idea... cardio, hiit, pesi, a diugiuno, abbiam visto siano altamente catabolici (10%) e diano consumi calorici inferiori rispetto a se eseguiti dopo un pasto. Queste attività sono tutte a media o alta intensità...

    Ma se noi andassimo a lavorare a bassa intensità come CAMMINARE? E' vero che i consumi nell'unità di tempo sarebbero bassissimi, però se questo evitasse il catabolismo ed avesse comunque i consumi energetici soliti (non essendo attività dispensiose non serve tanta energia per rendere al top)...

    esempio:
    - mi sveglio presto, assumo uno stimolante come la caffeina o un thermo per rilasciare gli acidi grassi e dell'acetyl carnitina, entrambi per creare l'ambiente ormonale ideale
    - dopo mezz'ora inizio la camminata a passo veloce, e la protraggo per 60-90 minuti, per un consumo di 250-400kcal circa.
    - faccio la solita colazione e via
    Personal Trainer/Istruttore Fitness & Body Building FIPE/FIPCF
    disponibile per consulenze: superplay@hotmail.it

    diario: ǂǂǂǂ Road to the Evolution ǂǂǂǂ

  4. #78
    THE GUARDIAN
    L'avatar di xymox
    Data Registrazione
    Jun 2009
    Località
    New Center Gym (Pr)
    Messaggi
    16,910
    Grazie
    434
    Ringraziato 1,133 volte in 1,004 post

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Luigi 87 Visualizza Messaggio
    Volevo la vostra attenzione per buttarvi una idea... cardio, hiit, pesi, a diugiuno, abbiam visto siano altamente catabolici (10%) e diano consumi calorici inferiori rispetto a se eseguiti dopo un pasto. Queste attività sono tutte a media o alta intensità...

    Ma se noi andassimo a lavorare a bassa intensità come CAMMINARE? E' vero che i consumi nell'unità di tempo sarebbero bassissimi, però se questo evitasse il catabolismo ed avesse comunque i consumi energetici soliti (non essendo attività dispensiose non serve tanta energia per rendere al top)...

    esempio:
    - mi sveglio presto, assumo uno stimolante come la caffeina o un thermo per rilasciare gli acidi grassi e dell'acetyl carnitina, entrambi per creare l'ambiente ormonale ideale
    - dopo mezz'ora inizio la camminata a passo veloce, e la protraggo per 60-90 minuti, per un consumo di 250-400kcal circa.
    - faccio la solita colazione e via
    Efficacissimo.

  5. #79
    Bodyweb Advanced

    Data Registrazione
    Mar 2010
    Messaggi
    2,358
    Grazie
    50
    Ringraziato 93 volte in 85 post

    Predefinito

    beato te luigi che al mattino hai tutto quel tempo...
    io non ho ancora capito una cosa. se lo facciamo per macinare calorie, lo si puo fare benissimo in altri orari no?
    inoltre in un regime low cho, basterebbe assumere un po di carbo pre WO e poi fare la seduta. I grassi bruciano comunque alla fiamma dei carbo no? Se giochiamo con l intensita la miscela sara sempre carbo-grassi, bruceremo si i carbo presi prima ma anche del grasso. In fine dei conti è tutto un gioco di calorie e di saper attingere le calorie deficit in modo astuto

    OT Luigi 1, Mao 0


  6. #80
    Personal Trainer FIPCF
    L'avatar di Luigi 87
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Località
    Parma
    Messaggi
    8,206
    Grazie
    203
    Ringraziato 676 volte in 594 post

    Predefinito

    Per me la domanda nocciolo è questa: se è vero che per dimagrire serve comunque un deficit calorico, e se è vero che l'insulina blocca la lipolisi, cosa succede se stiamo in ipocalorica ma con alti livelli di insulina? Il dimagrimento deve comunque avvenire, ma a spese di cosa? Grassi? Catabolismo muscolare? Può anche essere che se è bloccata la lipolisi, il dimagrimento sia più a scapito della massa muscoli e che quindi alti o medio livelli carboidrati/insulina in ipocalorica siano catabolici... Ma poi c'è chi dice che i carboidrati sono risparmiatori delle proteine... Quale è la verità? Chi mi sa rispondere bene a questa domanda vince un nobel...

    Citazione Originariamente Scritto da lucav79 Visualizza Messaggio
    beato te luigi che al mattino hai tutto quel tempo...
    io non ho ancora capito una cosa. se lo facciamo per macinare calorie, lo si puo fare benissimo in altri orari no?
    inoltre in un regime low cho, basterebbe assumere un po di carbo pre WO e poi fare la seduta. I grassi bruciano comunque alla fiamma dei carbo no? Se giochiamo con l intensita la miscela sara sempre carbo-grassi, bruceremo si i carbo presi prima ma anche del grasso. In fine dei conti è tutto un gioco di calorie e di saper attingere le calorie deficit in modo astuto
    Ma cardio o camminata o pesi?

    OT Luigi 1, Mao 0
    Le cose bisogna dirle in faccia, inutile far finta di niente... le case italiane hanno dei rincari assurdi a causa dei loro bassissimi volumi di vendita...
    Ultima modifica di Luigi 87; 16-09-2011 alle 11:38:45
    Personal Trainer/Istruttore Fitness & Body Building FIPE/FIPCF
    disponibile per consulenze: superplay@hotmail.it

    diario: ǂǂǂǂ Road to the Evolution ǂǂǂǂ

  7. #81
    Sciences Addicted
    L'avatar di brosgym
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Località
    Planet earth
    Messaggi
    22,492
    Grazie
    810
    Ringraziato 2,517 volte in 1,806 post

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Luigi 87 Visualizza Messaggio
    Per me la domanda nocciolo è questa: se è vero che per dimagrire serve comunque un deficit calorico, e se è vero che l'insulina blocca la lipolisi, cosa succede se stiamo in ipocalorica ma con alti livelli di insulina? Il dimagrimento deve comunque avvenire, ma a spese di cosa? Grassi? Catabolismo muscolare? Può anche essere che se è bloccata la lipolisi, il dimagrimento sia più a scapito della massa muscoli e che quindi alti o medio livelli carboidrati/insulina in ipocalorica siano catabolici... Ma poi c'è chi dice che i carboidrati sono risparmiatori delle proteine... Quale è la verità? Chi mi sa rispondere bene a questa domanda vince un nobel...


    Ma cardio o camminata o pesi?


    Le cose bisogna dirle in faccia, inutile far finta di niente... le case italiane hanno dei rincari assurdi a causa dei loro bassissimi volumi di vendita...
    Come si è detto all'inizio lipolisi non significa bruciare grassi, non è quello il fattore limitante.

    Secondo neretto: non facciamo di tutta l'erba un fascio......
    Ingegnere biochimico
    Tecnologo alimentare
    Nutrizionista sportivo
    Zone Consultant
    Personal trainer
    Membro ACSM, SiNSEB, ISSN, SINU
    Consulente sviluppo e caratterizzazione integratori
    Docente di nutrizione ed integrazione nello sport presso SaNIS, ACS, 4MOVE ed EdiErmes
    Consulente FIT, FIGC e WKF
    Nutrizionista Benetton Treviso Rugby
    CONSULENZE ONLINE PERSONALIZZATE
    RICEVO IN STUDIO A IVREA, TRENTO, MONZA, MILANO, PADOVA, FIRENZE, ROMA, COSENZA E REGGIO CALABRIA


  8. #82
    Personal Trainer FIPCF
    L'avatar di Luigi 87
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Località
    Parma
    Messaggi
    8,206
    Grazie
    203
    Ringraziato 676 volte in 594 post

    Predefinito

    La lipolisi non è fattore limitante quando "cen'è a disposizione". Ma se la "blocchi"?

    Comunque se riesci a capire la mia domanda nel post precedente, gradirei una tua risposta visto che comunque sei il nostro guru...
    Personal Trainer/Istruttore Fitness & Body Building FIPE/FIPCF
    disponibile per consulenze: superplay@hotmail.it

    diario: ǂǂǂǂ Road to the Evolution ǂǂǂǂ

  9. #83
    Sciences Addicted
    L'avatar di brosgym
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Località
    Planet earth
    Messaggi
    22,492
    Grazie
    810
    Ringraziato 2,517 volte in 1,806 post

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Luigi 87 Visualizza Messaggio
    La lipolisi non è fattore limitante quando "cen'è a disposizione". Ma se la "blocchi"?

    Comunque se riesci a capire la mia domanda nel post precedente, gradirei una tua risposta visto che comunque sei il nostro guru...
    Non esageriamo!

    Il problema che una risposta non c'è perchè bisognerebbe dire dipende.

    Certo posso dirti che lipolisi significa scindere i trigliceridi in glicerolo ed acidi grassi, questi poi vanno "bruciati", comunque ce ne sono di liberi quindi possono essere attaccati quelli, poi ogni inibizione enzimatica non è di tipo on/off, quindi inibirla non significa spegnerla.

    Cosa consumi? Sarà sempre un pò di tutti e tre i substrati, i carboidrati sono i risparmiatori delle proteine ma anche dei grassi.

    La chiave secondo me è l'intensità se è bassa sei sicuro di consumare soprattutto grassi ma quanti?
    Se l'intensità cresce andremo verso i carbo e le pro, ma aumenteremo anche il dispendio calorico.
    Stomaco vuoto stiamo consumando solo grassi (finchè siamo nel lettuccio), ma appena iniziamo a camminare il nostro organismo ci chiede altro (dose generosa di bcaa......).
    Mangiamo insulina, se ci sono abbastanza carbo, poca ma c'è se sono grassi e pro, in quel caso poca inibizione della lipolisi, ma a lungo andare arriva la leptina, che fa variare la traslocazione dei trasportatori dei grassi nelle cellule e nei mitocondri e di nuovo inibizione.......
    E non accenniamo a resistina, adiponectina.......

    Come vedi il discorso è mooooolto complesso ed una risposta non c'è, bisogna provare, quando seguo qualcuno cervo di tener presente queste variabili adattandole all'individualità, di solito magari non al primo tentativo si va!!!
    Ingegnere biochimico
    Tecnologo alimentare
    Nutrizionista sportivo
    Zone Consultant
    Personal trainer
    Membro ACSM, SiNSEB, ISSN, SINU
    Consulente sviluppo e caratterizzazione integratori
    Docente di nutrizione ed integrazione nello sport presso SaNIS, ACS, 4MOVE ed EdiErmes
    Consulente FIT, FIGC e WKF
    Nutrizionista Benetton Treviso Rugby
    CONSULENZE ONLINE PERSONALIZZATE
    RICEVO IN STUDIO A IVREA, TRENTO, MONZA, MILANO, PADOVA, FIRENZE, ROMA, COSENZA E REGGIO CALABRIA


  10. I seguenti 2 utenti dicono grazie a brosgym per questo utile post :

    Nagione (19-09-2011), White (17-09-2011)

  11. #84
    Bodyweb Advanced
    L'avatar di Nagione
    Data Registrazione
    Nov 2000
    Località
    Parma
    Messaggi
    1,148
    Grazie
    7
    Ringraziato 10 volte in 9 post

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da brosgym Visualizza Messaggio
    Non esageriamo!

    Il problema che una risposta non c'è perchè bisognerebbe dire dipende.

    Certo posso dirti che lipolisi significa scindere i trigliceridi in glicerolo ed acidi grassi, questi poi vanno "bruciati", comunque ce ne sono di liberi quindi possono essere attaccati quelli, poi ogni inibizione enzimatica non è di tipo on/off, quindi inibirla non significa spegnerla.

    Cosa consumi? Sarà sempre un pò di tutti e tre i substrati, i carboidrati sono i risparmiatori delle proteine ma anche dei grassi.

    La chiave secondo me è l'intensità se è bassa sei sicuro di consumare soprattutto grassi ma quanti?
    Se l'intensità cresce andremo verso i carbo e le pro, ma aumenteremo anche il dispendio calorico.
    Stomaco vuoto stiamo consumando solo grassi (finchè siamo nel lettuccio), ma appena iniziamo a camminare il nostro organismo ci chiede altro (dose generosa di bcaa......).
    Mangiamo insulina, se ci sono abbastanza carbo, poca ma c'è se sono grassi e pro, in quel caso poca inibizione della lipolisi, ma a lungo andare arriva la leptina, che fa variare la traslocazione dei trasportatori dei grassi nelle cellule e nei mitocondri e di nuovo inibizione.......
    E non accenniamo a resistina, adiponectina.......

    Come vedi il discorso è mooooolto complesso ed una risposta non c'è, bisogna provare, quando seguo qualcuno cervo di tener presente queste variabili adattandole all'individualità, di solito magari non al primo tentativo si va!!!
    Mi aggrego al buon bros, cercando di commentare quello che ho evidenziato.
    Sul "dipende" meglio specificare che dipende dallo stato nutrizionale/ormonale del soggetto, e dalle sue capacità ossidative.
    Sul "cosa consumi": calcoli medi di quali macronutrienti vengono utilizzati come substrati energetici sono stati misurati e messi in tabella, cercare quoziente respiratorio. Vado a memoria non avendo il libro sotto mano, ricordando che la quota proteica a scopo energetico, era per tutti i tipi di sforzo considerata trascurabile (circa 5% del totale calorico). Ora non so se la misurazione calorimetrica sia il top del test su campo, ma allo stato attuale viene diffusamente usato questo test, tuttora molto costoso.
    Personal Fitness Trainer certificato I.S.S.A. - CFT 1

  12. #85
    Sciences Addicted
    L'avatar di brosgym
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Località
    Planet earth
    Messaggi
    22,492
    Grazie
    810
    Ringraziato 2,517 volte in 1,806 post

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Nagione Visualizza Messaggio
    Mi aggrego al buon bros, cercando di commentare quello che ho evidenziato.
    Sul "dipende" meglio specificare che dipende dallo stato nutrizionale/ormonale del soggetto, e dalle sue capacità ossidative.
    Sul "cosa consumi": calcoli medi di quali macronutrienti vengono utilizzati come substrati energetici sono stati misurati e messi in tabella, cercare quoziente respiratorio. Vado a memoria non avendo il libro sotto mano, ricordando che la quota proteica a scopo energetico, era per tutti i tipi di sforzo considerata trascurabile (circa 5% del totale calorico). Ora non so se la misurazione calorimetrica sia il top del test su campo, ma allo stato attuale viene diffusamente usato questo test, tuttora molto costoso.
    Al momento è quello più affidabile, anche se il giochino costa almeno 5000€.......per il resto d'accordissimo 5% compreso!
    Ingegnere biochimico
    Tecnologo alimentare
    Nutrizionista sportivo
    Zone Consultant
    Personal trainer
    Membro ACSM, SiNSEB, ISSN, SINU
    Consulente sviluppo e caratterizzazione integratori
    Docente di nutrizione ed integrazione nello sport presso SaNIS, ACS, 4MOVE ed EdiErmes
    Consulente FIT, FIGC e WKF
    Nutrizionista Benetton Treviso Rugby
    CONSULENZE ONLINE PERSONALIZZATE
    RICEVO IN STUDIO A IVREA, TRENTO, MONZA, MILANO, PADOVA, FIRENZE, ROMA, COSENZA E REGGIO CALABRIA


  13. #86
    Bodyweb Advanced L'avatar di lo squalo 9
    Data Registrazione
    Dec 2011
    Località
    Roma
    Messaggi
    88
    Grazie
    8
    Ringraziato 3 volte in 3 post

    Predefinito

    Discussione interessantissima e volevo riportarvi la mia esperienza!

    per 4 anni buoni consecutivi il mio unico sport è stato la corsa a livello amatoriale a villa pamphili( Roma) , poi uno stop di circa 1 anno a causa di problemi alla schiena dovuti alla mia deficienza( mi ero messo a correre con delle scarpe nuove da schifo, in più sull' asfalto...avevo dolori da tutte le parti e per fortuna sono passati)

    ora mi sono rimesso a correre senza problemi alla schiena

    Prima dei problemi alla schiena facevo allenamenti probabilmente da forrest gump in versione suicida: 0 riscaldamento, 20 minuti al 90-95%...ora faccio allenamenti più lunghi ( almeno 40 minuti) a velocità nettamente inferiori...non corro mai a stomaco vuoto, inizialmente correvo alle 16 del pomeriggio e poi post-wo mangiavo una banana, ora per motivi di lavoro corro sul tapis roulant( o quando la stagione è bella a villa pamphili) alle 18:30 circa e faccio uno spuntino pre wo alle 16:00 e ceno immediatamente dopo.

    Vi posso dire che facendo allenamenti ad alta intensità e più brevi( è quasi impossibile farsi 40 minuti al massimo) la muscolatura rimaneva intatta, nonostante io sia quasi sempre in dieta ipocalorica, mentre il grasso diminuiva...con una corsa più prolungata e più lenta la diminuzione di peso era evidente(l'ho fatta la prima volta e in un mese avevo perso quasi tutto il grasso in eccesso) ma avevo anche perso quasi completamente i muscoli...

    l'unico contro della HIIT è secondo me la ripercussione non soft sul fisico, ma per il resto è nettamente superiore

  14. #87
    Bodyweb Advanced
    L'avatar di Nagione
    Data Registrazione
    Nov 2000
    Località
    Parma
    Messaggi
    1,148
    Grazie
    7
    Ringraziato 10 volte in 9 post

    Predefinito

    ciao squalo benvenuto, vedo che sei nuovo.
    Quello che scrivi è quasi rivoluzionario, sarebbe contro ogni logica: perdere quasi tutti i muscoli con un mese di corsa prolungata e lenta?
    Cosa intendi per "ripercussione non soft sul fisico"?
    Personal Fitness Trainer certificato I.S.S.A. - CFT 1

  15. #88
    Bodyweb Advanced
    L'avatar di moshroom
    Data Registrazione
    Aug 2010
    Località
    Cagliari, Italy, Italy
    Messaggi
    1,239
    Grazie
    38
    Ringraziato 29 volte in 26 post

    Predefinito

    non è contro ogni logica, è un adattamento del corpo... vedi differenze tra velocisti/maratoneti... se lui corre e basta, senza sollecitare i muscoli con un lavoro ai pesi, il corpo non avendo bisogno di quei muscoli li brucia assieme al resto, soprattutto se in ipocalorica, dove il corpo sceglie di mangiarsi prima i muscoli perchè bruciano più calorie dei grassi...

    ma penso lo sappiate già ahahah mi sembra giusto l'unico modo per giustificare la cosa
    Ultima modifica di moshroom; 30-12-2011 alle 15:55:57

  16. #89
    Bodyweb Advanced L'avatar di lo squalo 9
    Data Registrazione
    Dec 2011
    Località
    Roma
    Messaggi
    88
    Grazie
    8
    Ringraziato 3 volte in 3 post

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Nagione Visualizza Messaggio
    ciao squalo benvenuto, vedo che sei nuovo.
    Quello che scrivi è quasi rivoluzionario, sarebbe contro ogni logica: perdere quasi tutti i muscoli con un mese di corsa prolungata e lenta?
    Cosa intendi per "ripercussione non soft sul fisico"?
    non so se sia rivoluzionario o meno, però ti posso assicurare che in quel periodo(l'intero mese di settembre, corsa 4 giorni a settimana e per di più il sabato mangiavo come uno scafandro) io ho levato la maggior parte del grasso che avevo, ma è vero anche che gran parte dei muscoli non li avevo più...correvo dai 40 minuti in sù, senza mai superare l'ora di corsa...mi ero messo anche a dieta pesante, mangiavo obiettivamente poco, ma non pochissimo, certo è che ci stavo più attento del solito e 2 ore prima di andare a correre mangiavo una banana...sta di fatto che prima di quest'estate non entravo nelle magliette, ora sono secco secco e più che altro senza un muscolo...


    quando parlo di ripercussioni non soft parlo di rischio di infortuni, anche leggeri ma pur sempre infortuni...se non sei allenato, una corsa di 40 minuti lenta la puoi fare, 20 minuti ad altà intensità un pò meno

  17. #90
    Personal Trainer FIPCF
    L'avatar di Luigi 87
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Località
    Parma
    Messaggi
    8,206
    Grazie
    203
    Ringraziato 676 volte in 594 post

    Predefinito

    Io dico sempre che in buona parte dei soggetti i pesi regnano anche quando si tratta di dimagrire...

    anche se la frase in neretto e' sbagliata...
    Citazione Originariamente Scritto da moshroom Visualizza Messaggio
    non è contro ogni logica, è un adattamento del corpo... vedi differenze tra velocisti/maratoneti... se lui corre e basta, senza sollecitare i muscoli con un lavoro ai pesi, il corpo non avendo bisogno di quei muscoli li brucia assieme al resto, soprattutto se in ipocalorica, dove il corpo sceglie di mangiarsi prima i muscoli perchè bruciano più calorie dei grassi...

    ma penso lo sappiate già ahahah mi sembra giusto l'unico modo per giustificare la cosa
    Personal Trainer/Istruttore Fitness & Body Building FIPE/FIPCF
    disponibile per consulenze: superplay@hotmail.it

    diario: ǂǂǂǂ Road to the Evolution ǂǂǂǂ

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •