Banner grande 1
Pagina 54 di 54 PrimaPrima ... 44451525354
Risultati da 796 a 804 di 804

Discussione: Guardare l'albero e perdere di vista il bosco.

  1. #796
    Bodyweb Advanced
    Data Registrazione
    Feb 2009
    Messaggi
    206
    Grazie
    61
    Ringraziato 13 volte in 10 post

    Predefinito


    Contenuto primo messaggio - Trova offerte
    Questo thread non deve finire, ed eccomi, fui uno dei primi ad intervenire, torno per essere il primo del 2014 a contribuire e questa immensa discussione
    Non deve finire perché sono troppi i neofiti che ancora vanno avanti a "incubi degli anni 90" con 6 pasti, una fonte proteica magra per ogni pasto, carboidrati più simili alle cortecce degli alberi... sì insomma quelle cose tipo:

    PASTO 1: 6 bianco d'uovo + 4 gallette al kamut 300kcal,
    PASTO 2: pesce bollito scondito + riso integratel 300Kcal,
    PASTO 3 tonno al naturale + grissini integrali 300KCal

    Provo orrore solo a leggerlo, un po come quando leggi di un fatto storico dove hanno sofferto tante persone e pensi "per fortuna che l'ho scampato" e poi ti rattristi per chi c'è passato. E comunque in Italia siamo ancora indietro e quindi nelle nostre palestre si respira ancora aria 1998 e tanti sono ancora vittima di false credenze.

    Io ormai non solo sono convinto che mangiando liberamente rispettando i macronutrienti che si sono settati si vive meglio, si ha più tempo libero, si gode di più del cibo che ricordiamolo è un piacere al pari del sesso o della musica e la più grande forma di socializzazione per l'essere umano, , si risulta più simpatici agli altri, si risparmia ma penso ormai che si ottengano risultati migliori. Forse perché si vanno meno a sottoregolare certi meccanismi metabolici legati alla leptina e grelina e anche perché l'apporto nutrizionale forse è più a 360 gradi.

    Due importanti approcci fondamentali di cui non parlai quando il thread iniziò sono:
    1) stop alla ripartizione dei nutrienti nel singolo pasto
    2) stop all'idea che ogni pasto è un mondo a se con la sua proteine dedicata

    Spesso mi trovo a consigliare ragazzi che mi chiedono:
    "okay, ma se io ho il pollo come proteina nel pasto 2 e il nasello al pasto 4 e le uova al pasto 5, che fonte proteica decente posso mettere nel pasto 3?"

    Ecco come la vedo io. Mangia, usa un software per il calcolo della calorie e controllo a che punto sei. Non stare a vedere ogni pasto come costituito dalla proteina fulcro e poi il resto ruota intorno ad essa. Mischia le proteine, mangia quello che ti ha preparato nonna, tieni d'occhio sul cellullare quello che stai facendo e regolati per il prossimo pasto.

    E infatti è altrettanto assurdo che ogni pasto sia ad esempio: 45% cho/25% pro/30% fat
    Al corpo non frega niente di come è composto un pasto. Mangia quello che c'è in casa e nel piatto e poi bilancia i nutrienti in modo da arrivare al tuo obbiettivo a fine giornata.

    Non si sta più parlando come fu inizialmente di "aumentare gli sgarri" ma di un modo completamente diverso di intendere l'atto di nutrirsi senza i tupperware, senza i pasti tutti con la stessa ripartizione di macronutrienti, senza le 6 diverse fonti proteiche quotidiane. Però la bilancia da cucina rimane l'attrezzo più importante che c'è.

    Manteniamo aggiornato questo thread, così che tanti neofiti possano fin da subito stabilire un rapporto sano e tollerabile con il cibo e se proprio non abbiamo nulla da dire in ambito di ricerche e studi scientifici, contribuiamo postando i nostri esempi di dieta.

    Ecco la mia giornata ieri:
    colazione: non pervenuta
    pranzo: cotoletta di manzo (140g la carne, 15g il pangrattato, 5g l'olio assorbito) No la frittura non fa male e si assorbe meno olio che "ungere la padella", 2 uova in camicia e 1 carota grattuggiata
    snack pomeridiano: muller mix India (in offerta a 45 cents) con yogurt al the e palline di cioccolato, 25g di plumcake al cioccolato
    cena (che ha coinciso con il postworkout) tagliatelle ai fagioli (bune, fatte da zia) 2 fette di pane con salsa alle olive e salsa di pomodorini secchi,
    insalata favolosa con rape, ravanelli, cipolline, sedano grattuggiate poi radicchio rosso, rucola, iceberg e romana, cuori di carciofo, 10 olive, 5 g di olio, 150g di fettina di bovino adulto tagliata a listarelle e cotta e il tutto accompagno con 50g di piadina scaldata alla piastra.
    150g di fragole con 30g di panna montata, gelato pistacchio e crema carte d'or (pure questo in offerta) 120g
    dopo cena: 3 pancake giganti fatti con 30g di fiocchi di avena, 100g di fiocchi Alpina, 30g di whey ON alla fragola, 2 uova, cannella e spolverizzati con 5g di zucchero a velo. 200g di yogurt bianco. Altri 50g di piadina con 20g (6 fette) di salame buono del contadino che mi ha portato un amico

    2400 calorie, 160g di proteine, 210g carboidraiti, 100g grassi

  2. I seguenti 2 utenti dicono grazie a Motorama per questo utile post :

    mazzel (22-04-2014), spot86 (18-04-2014)

  3. # ADS
    Circuit advertisement
    Data Registrazione
    Always
    Messaggi
    Many
     

  4. #797
    Ouksider
    L'avatar di spot86
    Data Registrazione
    Dec 2006
    Messaggi
    12,566
    Grazie
    25
    Ringraziato 169 volte in 110 post

    Predefinito

    Bell'intervento

    ma sinceramente non mi trovi d'accordo sul contare calorie e macro. Come il corpo non conta le %, così non conta i nutrienti. Ci sono precisi momenti in cui potresti dargli TANTO e lui ne trarrebbe solo giovamento, altri momenti in cui una semplice cavolatina disregola i suoi equilibri.

    Tutto questo ha a che fare con i nostri clock interni che regolano i ritmi circadiani.

    Io credo che il contare ci faccia perdere di vista (in linea con la discussione) le cose importanti: gli alimenti. Bisogna contare il cibo, non le calorie. Sotto l'influenza di media e disinformazione noi (soprattutto chi fa sport) siamo costantemente SOTTO-ALIMENTATI.

    Poi... pensare ancora, nel 2014, che gli albumi siano una buona fonte proteica... pensare che lo sia il tonno in scatola pensare che lo sia il tacchino arrosto imbustato

    Ovviamente tutto questo è "colpa" della disinformazione mediatica, se io non del campo ascolto un presunto guru, logico che sono influenzato dal suo messaggio, perché non ho altri riferimenti.

    Tornando al mio personale approccio (su di me e su - soprattutto alcune - persone che seguo), mi baso quasi solo sul timing inteso come riconoscere gli stimoli della fame, della sazietà e quelli sensori-specifici (ovvero, se impariamo ad acquistare una certa consapevolezza, ci accorgiamo che riusciamo a capire se vogliamo carne o vogliamo riso o vogliamo uova).

    La mia giornata di ieri

    12.30 pre-wo 40 g whey
    15.30 post-wo 40 g whey

    21.00 cena 500 g pasta+pesto+zucchine; 750 ml di latte+2 cucchiaioni di Nutella.

    --
    Vincenzo T. | Oukside | www.oukside.com


  5. I seguenti 2 utenti dicono grazie a spot86 per questo utile post :

    mazzel (22-04-2014), Motorama (18-04-2014)

  6. #798
    Bodyweb Advanced
    Data Registrazione
    Feb 2009
    Messaggi
    206
    Grazie
    61
    Ringraziato 13 volte in 10 post

    Predefinito

    Sicuramente in IF è più facile smettere di contare, perché con quell'unico pasto è più facile lasciarsi guidare dalla sazietà e non esagerare.
    Diciamo che con un approccio tipo il mio diventa quasi necessario contare le calorie, però voglio evidenziare il fatto che non limito quello che mangio ad un calcolo preimpostato ma mangio in base a istinto e poi conto per tenere d'occhio dove sono. Tante volte mangio fino a sazietà e poi conto tutto alla fine e scopro che sono rimasto istintivamente all'interno di quello che reputo i miei fabbisogni nutrizionali di quel momento; un po come quando devi alzarti ad un certo orario la mattina e il tuo corpo si sveglia esattamente quando deve senza bisogno di usare la sveglia.

    E infatti penso che il mangiare istintivamente rimanga intatto in quanto non ho un'alimentazione preimpostata, ma mangio quello che di cui sento di aver bisogno in quel determinato momento, mangio quello che mi offrono se in quel momento mi aggrada, mangio quello che mi fa venire l'acquolina in bocca.

    Infatti oggi potrebbe venire una giornata molto diversa da quella di ieri, potrebbero non andarmi per niente i dolci e la pasta e avere voglia di pollo arrosto e patate o cozze.
    Aggiungo anche che il calcolo dei nutrienti non mi costa fatica e non diventa ossessione, mi porta via al massimo 4 minuti al giorno compreso ricordare di pesare il piatto con il cibo dentro ai pasti.

  7. #799
    Ouksider
    L'avatar di spot86
    Data Registrazione
    Dec 2006
    Messaggi
    12,566
    Grazie
    25
    Ringraziato 169 volte in 110 post

    Predefinito

    Il punto è che ciò che guardi oggi potrebbe influenzarti in ciò che farai domani

    Mio personale consiglio: se proprio ti piace guardare/analizzare per curiosità, segna le cose e i conteggi falli ogni 10-15 giorni
    --
    Vincenzo T. | Oukside | www.oukside.com


  8. Il seguente utente dice grazie a spot86 per il seguente post:

    Motorama (19-04-2014)

  9. #800
    ¤Water Coconut Moderator¤
    L'avatar di mr oat
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Località
    Roma
    Messaggi
    13,805
    Grazie
    921
    Ringraziato 1,254 volte in 928 post

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da spot86 Visualizza Messaggio
    Bell'intervento

    ma sinceramente non mi trovi d'accordo sul contare calorie e macro. Come il corpo non conta le %, così non conta i nutrienti. Ci sono precisi momenti in cui potresti dargli TANTO e lui ne trarrebbe solo giovamento, altri momenti in cui una semplice cavolatina disregola i suoi equilibri.

    Tutto questo ha a che fare con i nostri clock interni che regolano i ritmi circadiani.

    Io credo che il contare ci faccia perdere di vista (in linea con la discussione) le cose importanti: gli alimenti. Bisogna contare il cibo, non le calorie. Sotto l'influenza di media e disinformazione noi (soprattutto chi fa sport) siamo costantemente SOTTO-ALIMENTATI.

    Poi... pensare ancora, nel 2014, che gli albumi siano una buona fonte proteica... pensare che lo sia il tonno in scatola pensare che lo sia il tacchino arrosto imbustato

    Ovviamente tutto questo è "colpa" della disinformazione mediatica, se io non del campo ascolto un presunto guru, logico che sono influenzato dal suo messaggio, perché non ho altri riferimenti.

    Tornando al mio personale approccio (su di me e su - soprattutto alcune - persone che seguo), mi baso quasi solo sul timing inteso come riconoscere gli stimoli della fame, della sazietà e quelli sensori-specifici (ovvero, se impariamo ad acquistare una certa consapevolezza, ci accorgiamo che riusciamo a capire se vogliamo carne o vogliamo riso o vogliamo uova).

    La mia giornata di ieri

    12.30 pre-wo 40 g whey
    15.30 post-wo 40 g whey

    21.00 cena 500 g pasta+pesto+zucchine; 750 ml di latte+2 cucchiaioni di Nutella.

    cosa avrebbero gli albumi?
    Personal Trainer - Istruttore Body Building e Fitness

  10. #801
    Ouksider
    L'avatar di spot86
    Data Registrazione
    Dec 2006
    Messaggi
    12,566
    Grazie
    25
    Ringraziato 169 volte in 110 post

    Predefinito

    Credo che queste cose dovrebbero essere diffuse in un forum come questo, gli albumi non sono affatto un'eccellente fonte proteica. Quelli in brick sono, inoltre, di pessima qualità in termini di processazione/conservazione.

    Sempre meglio uova fresche e sempre meglio, se uno vuole contenere i grassi, comunque non escludere tutti i rossi (che poi, in termini pratici, si "risparmiano" 10-15 grammi di grassi).
    --
    Vincenzo T. | Oukside | www.oukside.com


  11. #802
    ¤Water Coconut Moderator¤
    L'avatar di mr oat
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Località
    Roma
    Messaggi
    13,805
    Grazie
    921
    Ringraziato 1,254 volte in 928 post

    Predefinito

    si ma perche non sono affatto un eccellente fonte proteica? in base a cosa dici questo? non mi sembra il loro VB sia basso...
    Personal Trainer - Istruttore Body Building e Fitness

  12. #803
    Bodyweb Senior
    L'avatar di jonny94
    Data Registrazione
    May 2012
    Messaggi
    1,267
    Grazie
    21
    Ringraziato 38 volte in 31 post

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da spot86 Visualizza Messaggio
    Credo che queste cose dovrebbero essere diffuse in un forum come questo, gli albumi non sono affatto un'eccellente fonte proteica. Quelli in brick sono, inoltre, di pessima qualità in termini di processazione/conservazione.

    Sempre meglio uova fresche e sempre meglio, se uno vuole contenere i grassi, comunque non escludere tutti i rossi (che poi, in termini pratici, si "risparmiano" 10-15 grammi di grassi).
    che siano meglio le uova fresche sono d'accordo....però se uno si mangia 250-300 gr di albume in un pasto come fonte proteica.....dovrebbe usare almeno 7-8-9 uova( in base alla grandezza) e quindi il costo aumenterebbe....e se si lasciassero tutti i tuorli sarebbero tanti grassi...quindi anche lasciandone un metà non sono proprio pochi..
    UNDERGROUND BODYBUILDING MILITIA

    ALLENATORE PERSONAL TRAINER CERTIFICATO FIPE (FEDERAZIONE INTERNAZIONALE DEL CONI)

    DOTTORE IN SCIENZE MOTORIE, SPORTIVE E DELLA SALUTE

    MASSAGGIATORE SPORTIVO CERTIFICATO OLIGENESI (CSEN)




  13. #804
    Bodyweb Advanced L'avatar di Fondo
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Messaggi
    82
    Grazie
    3
    Ringraziato 0 volte in 0 post

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Motorama Visualizza Messaggio
    Non deve finire perché sono troppi i neofiti che ancora vanno avanti a "incubi degli anni 90" con 6 pasti, una fonte proteica magra per ogni pasto, carboidrati più simili alle cortecce degli alberi... sì insomma quelle cose tipo:

    PASTO 1: 6 bianco d'uovo + 4 gallette al kamut 300kcal,
    PASTO 2: pesce bollito scondito + riso integratel 300Kcal,
    PASTO 3 tonno al naturale + grissini integrali 300KCal

    Io ormai non solo sono convinto che mangiando liberamente rispettando i macronutrienti che si sono settati si vive meglio, si ha più tempo libero, si gode di più del cibo che ricordiamolo è un piacere al pari del sesso o della musica e la più grande forma di socializzazione per l'essere umano, , si risulta più simpatici agli altri, si risparmia ma penso ormai che si ottengano risultati migliori. Forse perché si vanno meno a sottoregolare certi meccanismi metabolici legati alla leptina e grelina e anche perché l'apporto nutrizionale forse è più a 360 gradi.

    Due importanti approcci fondamentali di cui non parlai quando il thread iniziò sono:
    1) stop alla ripartizione dei nutrienti nel singolo pasto
    2) stop all'idea che ogni pasto è un mondo a se con la sua proteine dedicata

    Spesso mi trovo a consigliare ragazzi che mi chiedono:
    "okay, ma se io ho il pollo come proteina nel pasto 2 e il nasello al pasto 4 e le uova al pasto 5, che fonte proteica decente posso mettere nel pasto 3?"


    E infatti è altrettanto assurdo che ogni pasto sia ad esempio: 45% cho/25% pro/30% fat
    Al corpo non frega niente di come è composto un pasto. Mangia quello che c'è in casa e nel piatto e poi bilancia i nutrienti in modo da arrivare al tuo obbiettivo a fine giornata.

    Ecco la mia giornata ieri:
    colazione: non pervenuta
    pranzo: cotoletta di manzo (140g la carne, 15g il pangrattato, 5g l'olio assorbito) No la frittura non fa male e si assorbe meno olio che "ungere la padella", 2 uova in camicia e 1 carota grattuggiata
    snack pomeridiano: muller mix India (in offerta a 45 cents) con yogurt al the e palline di cioccolato, 25g di plumcake al cioccolato
    cena (che ha coinciso con il postworkout) tagliatelle ai fagioli (bune, fatte da zia) 2 fette di pane con salsa alle olive e salsa di pomodorini secchi,
    insalata favolosa con rape, ravanelli, cipolline, sedano grattuggiate poi radicchio rosso, rucola, iceberg e romana, cuori di carciofo, 10 olive, 5 g di olio, 150g di fettina di bovino adulto tagliata a listarelle e cotta e il tutto accompagno con 50g di piadina scaldata alla piastra.
    150g di fragole con 30g di panna montata, gelato pistacchio e crema carte d'or (pure questo in offerta) 120g
    dopo cena: 3 pancake giganti fatti con 30g di fiocchi di avena, 100g di fiocchi Alpina, 30g di whey ON alla fragola, 2 uova, cannella e spolverizzati con 5g di zucchero a velo. 200g di yogurt bianco. Altri 50g di piadina con 20g (6 fette) di salame buono del contadino che mi ha portato un amico

    2400 calorie, 160g di proteine, 210g carboidraiti, 100g grassi
    Questi post mi sollevano da tanti dubbi che mi fanno venire molte altre persone che conosco e che io personalmente non mi sono mai fatto fin da quando ho iniziato la mia nuova dieta (1 mese fa).

    Citazione Originariamente Scritto da Motorama Visualizza Messaggio
    Ecco come la vedo io. Mangia, usa un software per il calcolo della calorie e controllo a che punto sei. Non stare a vedere ogni pasto come costituito dalla proteina fulcro e poi il resto ruota intorno ad essa. Mischia le proteine, mangia quello che ti ha preparato nonna, tieni d'occhio sul cellullare quello che stai facendo e regolati per il prossimo pasto.
    Quello che sto facendo io con il mio telefono. Vedo il totale, non il singolo e fino a questo post, sentendo gli altri, credevo fossi un matto.

    Mi segno. E sarò il prossimo vostro esperimento vivente
    Ultima modifica di Fondo; 25-07-2014 alle 16:30:02
    "Le cose che possiedi alla fine ti possiedono."



Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •