Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Prima visita da nutrizionista sportivo senza esami del sangue?

Collapse
X
 
  • Filter
  • Ora
  • Show
Clear All
new posts

    Prima visita da nutrizionista sportivo senza esami del sangue?

    Ciao ragazzi!
    Oggi vi rompo con un altro post, abbiate pazienza e non uccidetemi!
    Avrei più o meno urgenza di fare una prima visita da un nutrizionista sportivo.. Ne ho sentito un paio che all'inizio mi avevano detto di presentarmi con delle analisi del sangue recenti, salvo poi, quando ho detto loro che al momento non le avevo e le avrei dovute prenotare per farle, dirmi che potrei portarle in un secondo momento..

    Secondo voi è giusto? Può essermi redatta una dieta ad hoc senza vedere le mie analisi?
    Sperando che questo post possa servire anche ad altri con medesimi dubbi vi ringrazio da subito.

    #2
    E' consigliato averle con sè alla prima visita da molti professionisti, ma non credo sia obbligatorio per legge.
    Qui non sono sicuro, quindi prendi le mie parole con le pinze.
    È prassi per ovvi motivi.
    Che le richiedano tutti, per esperienza, no.
    Mai portato nulla a nessuno dei 2 che ho girato
    Ma fatti esami specifici in itinere, in collaborazione nutrizionista/medico di base.
    Poi naturalmente dipenderà di che soggetto stiamo parlando.
    Last edited by Irrlicht; 28-11-2022, 13:21:21.
    "Le parole non bastano e sdraiarsi nel comodo letto della vanità ciarliera è come farsi smidollare da una cupa e sonnolenta meretrice."

    Commenta


      #3
      L'anamnesi può essere anche solo verbale, non credo ci sia nessun obbligo di legge, anche perché il professionista firma a suo nome il suo lavoro, quindi se ne assume le resposabilità.
      Ad ogni modo, le analisi del sangue generiche servono a poco (colesterolo e glicemia potresti già saperlo tu come vanno, da esami passati o sintomatologie specifiche), ad ogni modo non si fanno diete pro-colesterolo o pro-glicemia/resistenza insulinica, per cui un conto è se uno è diabetico, ma ben poca differenza c'è tra una dieta sana fatta per un soggetto sano, o una dieta sana fatta per un soggetto con un valore di glicemia basale leggermente più alto del dovuto. Se la dieta è poi ipocalorica, praticamente ce ne possiamo completamente fregare, perché le calorie al di sotto del fabbisogno già di per sé migliorano la sensibilità insulinica e spesso anche i livelli di colesterolo. Per cui...
      Altra cosa sono invece le analisi del sangue specifiche, ma non è che un nutrizionista le fa fare così a caso. Le fa fare se il paziente lamenta difficoltà a digerire determinati alimenti, o se dichiara reazioni avverse a qualche tipo di cibo, o anche con sintomatologie croniche, ecc.

      Commenta

      Working...
      X
      😀
      🥰
      🤢
      😎
      😡
      👍
      👎